menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindaco Zattini incontra il sindacato dei militari dell'Esercito: case popolari e parcheggi al centro dell'incontro

Tra gli argomenti trattati dal sindacato anche il parcheggio esterno alla caserma, di proprietà comunale, "che negli ultimi anni a causa della mancata manutenzione è diventato impraticabile"

Il sindaco Gian Luca Zattini ha incontrato in Comune l'Associazione Sindacale Libera Rappresentanza dei Militari, primo sindacato dell’Esercito Italiano ad essere stato autorizzato dal Ministero Della Difesa dopo la storica sentenza della Corte Costituzionale numero 120 del 2018. La delegazione - composta dal presidente regionale, Gianluca Priolo, dal vice presidente regionale Francesco Catalano e dal presidente della sezione forlivese Maurizio Canino - ha messo al centro del colloquio la ridefinizione dell’intesa con il Comune di Forlì per l’assegnazione delle case popolari.

"E' un problema molto sentito all'interno dei nuclei familiari del personale militare, che da anni aspettano di ricevere un alloggio di servizio - esordisce Priolo -. Questo comporta per molti militari costi economici non indifferenti e lunghi tempi di attesa prima di trovare un adeguata sistemazione. Inoltre da considerare da ciò che è emerso da una recente indagine, in controtendenza rispetto al calo di natalità in Italia, la composizione dei nuclei familiari dei militari prevede la presenza di almeno un figlio".

Il segretario generale Marco Votano ha espresso "grande soddisfazione" per le intese e gli obiettivi comuni che si prefiggono sia l'amministrazione comunale che l'associazione sindacale, ribadendo "la centralità dei rapporti fra le articolazioni regionali provinciali e cittadine del sindacato e le relative amministrazioni. Un'azione concreta a tutela dei bisogni di donne e uomini appartenenti all'Esercito Italiano che vede in prima linea l'associazione Sindacale Libera Rappresentanza dei Militari con ben oltre 200 comitati di sezione dislogati in tutto il territorio nazionale".

"Il sindaco Zattini ha assicurato la massima disponibilità dell’amministrazione a riservare, secondo criteri e percentuali da definire, alloggi popolari da destinare al personale militare residente nel comune di Forlì - viene aggiunto -. Questo comporterebbe una maggiore sicurezza del territorio, soprattutto in quelle aree urbane dove la microcriminalità negli ultimi anni è in aumento, grazie all’effetto deterrente della presenza di personale dell’Esercito. A prova di tale impegno, in questi giorni, è stata assegnata una casa popolare ad un militare del 66° Reggimento, che pur avendo i requisiti, per anni aveva aspettato invano l’assegnazione di un immobile".

Inoltre il sindaco ha avvallato anche l’ipotesi di trasporto pubblico gratuito per i militari dell’esercito che da una parte garantirebbero sicurezza sui mezzi pubblici e dall'altra si avrebbe un miglioramento della viabilità cittadina soprattutto sul viale Roma dove è collocato la caserma “De Gennaro”. Altro argomento trattato dal Sindacato Libera Rappresentanza dei Militari riguarda il parcheggio esterno alla caserma, di proprietà comunale, "che negli ultimi anni a causa della mancata manutenzione è diventato impraticabile".

L’intendimento dell’amministrazione a guida Zattini è il rifacimento del manto stradale nelle zone già esistenti e la creazione di una nuova area di sosta a ridosso della struttura militare che andrebbe a sopperire le esigenze di parcheggio non solo dei militari ma anche dei cittadini. Si è discusso anche l’eventualità di istallare un semaforo stradale da attivare esclusivamente dalle 16,30 alle 17 con lo scopo di agevolare l’immissione dei veicoli del personale militare sul viale Roma migliorando la sicurezza stradale ed evitando il sopraggiungere di veicoli ad alta velocità.

"Di fatto negli ultimi anni si sono registrati diversi incidenti di fronte la caserma “De Gennaro “ , che hanno coinvolto pedoni sia militari che civili ed a volte con conseguenze fatali", viene ricordato. Il colloquio si è concluso in tarda mattina con i doverosi saluti e scambi di Auguri di Natale. All'incontro ha partecipato anche il consigliere comunale Francesco La Saponara particolarmente vicino alle esigenze del personale militare, di cui lo stesso ne fa parte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento