rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
L'alluvione

Il viceministro alle Infrastrutture Galeazzo Bignami nelle aree alluvionate. Visita anche alla diga di Ridracoli

"Andiamo avanti nella rimozione dei fanghi e dai rifiuti così che presto Forlì possa ritornare ad essere più forte di prima", le parole di Bignami

Il viceministro alle Infrastrutture Galeazzo Bignami visitato venerdì mattina i luoghi più colpiti dall’alluvione del territorio di Forlì Cesena. In particolare, a Forlì ha fatto tappa al quartiere Romiti, dove ha raccolto le richieste dei cittadini che hanno subìto danni. Insieme al sindaco Gian Luca Zattini e la parlamentare Alice Buonguerrieri, ha incontrato i volontari, Vigili del Fuoco e le forze dell'ordine, impegnati giorno e notte "per la sicurezza del territorio devastato dall'alluvione". "Andiamo avanti nella rimozione dei fanghi e dai rifiuti così che presto Forlì possa ritornare ad essere più forte di prima", le parole di Bignami. Il viceministro si è poi spostato nell'entroterra, visitando Dovadola, Rocca San Casciano e Galeata.

In queste zone ha potuto notare i danni creati dagli smottamenti. Strade spazzate via o tagliate in due. "La terra è ancora bagnata - ha documentato sui social Bignami -. Ne stiamo contando tantissime di queste situazioni in moltissimi comuni. Ricostruiremo tutto, lo ricostruiremo meglio". Nel primo pomeriggio ha visitato anche la diga di Ridracoli, dove  è stato accolto da vertici di Romagna Acque – in primis il presidente Tonino Benabè e il direttore generale Giannicola Scarcella. Nel corso dell’incontro, durato circa un’ora, Bignami è stato accompagnato a visitare il coronamento della diga, ed è poi stato accolto alla Casa di Guardia: dove i vertici di Romagna Acque, assieme agli amministratori locali e al professor Brath dell’Università di Bologna, hanno esposto in sintesi al viceministro il ruolo della Diga per la garanzia idropotabile della Romagna e per la sicurezza del territorio, accennando anche ai principali progetti futuri.

Il viceministro Galeazzo Bignami nelle aree colpite dall'alluvione

La giornata è iniziata dalla camera mortuaria dell’ospedale Bufalini in cui Bignami e la deputata Alice Buonguerrieri hanno portato il saluto del Consiglio dei Ministri ai due coniugi cesenati vittime dell’alluvione, Sauro Manuzzi e Palma Maraldi, cui è seguito un sopralluogo al Centro Addestramento Polizia di Stato di Cesena, anch’essa gravemente danneggiata. Ad accoglierli è stato il direttore della struttura, Di Rienzo con i suoi agenti, cui è andato il ringraziamento di entrambi gli esponenti di Fratelli d’Italia. Data la gravità della situazione in cui il Caps versa, il viceministro Bignami ha garantito che il Governo si attiverà con urgenza. La visita è poi proseguita con un sopralluogo al quartiere Romiti di Forlì colpito duramente dall’esondazione del fiume Montone e una tappa al Pala Romiti, centro di raccolta di generi di prima necessità allestito dai volontari. E proprio al Pala Romiti molte persone colpite dall’alluvione hanno avuto modo di parlare con il viceministro Bignami.

La tappa successiva è stata a Dovadola, dove Bignami e Buonguerrieri hanno tenuto una riunione con il sindaco della città stessa Francesco Tassinari, quello di Rocca San Casciano, Gigi Lotti, di Castrocaro Terme e Terra del Sole, Francesco Billi e di Portico di Romagna, Maurizio Monti per capire le diverse tipologie di emergenza presenti nei singoli territori. Un sopralluogo è stato fatto anche per verificare lo stato di avanzamento della frana che ha provocato lo sfollamento di diverse persone a Dovadola e di quelle presenti sulla SS 67 che collega Dovadola a Rocca San Casciano. È stata poi la volta del comune di Galeata dove Bignami e Buonguerrieri hanno incontrato il sindaco Francesca Pondini verificando con lei lo stato delle frane che hanno interessato altre strade provinciali che collegano Galeata a Santa Sofia.

Al Passo dei Mandrioli, sono quindi state osservate le frane che insistono sulle strade che collegano il comune di Santa Sofia con quello di Bagno di Romagna. Ultima tappa è stata Sarsina dove Bignami e Buonguerrieri hanno verificato il fronte franoso che si è creato sulla Statale 71 che collega la Valle del Savio e in particolare Sarsina a Bagno di Romagna. “Ringrazio il Viceministro Galeazzo Bignami, e con lui tutto il Governo Meloni, che anche in questo caso è stato vicino alla gente, alle persone alluvionate, che hanno trovato in lui un punto di riferimento e di conforto e a cui hanno mostrato il dramma che stanno vivendo  commenta Buonguerrieri – Lo ringrazio anche per aver preso contezza diretta, ancora una volta, delle problematiche di tutta la provincia di Forlì-Cesena. C’è la volontà di dare risposte in tempi celeri ad ogni emergenza che anche oggi abbiamo rilevato in questo sopralluogo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il viceministro alle Infrastrutture Galeazzo Bignami nelle aree alluvionate. Visita anche alla diga di Ridracoli

ForlìToday è in caricamento