Il WWF di Forlì cerca casa

Noi, volontari e soci attivi del WWF Forlì siamo parte di un’Associazione internazionale, impegnata per difendere l’ambiente, nell’unico interesse dell’intera collettività vivente su questo nostro unico Pianeta.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Noi, volontari e soci attivi del WWF Forlì siamo parte di un’Associazione internazionale, impegnata per difendere l’ambiente, nell’unico interesse dell’intera collettività vivente su questo nostro unico Pianeta.
I principi che guidano la nostra azione sono:
partecipazione dal basso sul territorio, gratuità, trasparenza, nessun conflitto d’interessi, approccio collaborativo all’interno dell’Associazione, assenza di primogeniture e di protagonismi, disponibilità a fare rete con tutti coloro che intendono affrontare le tematiche ambientali in sintonia con i principi statutari dell’Associazione.
Gli obiettivi possono essere sintetizzati così:
1) protezione della Natura e miglioramento della qualità della vita per gli stessi esseri umani;
2) tutela dei beni comuni ambientali: biodiversità, territorio, paesaggio, acqua e altre risorse naturali;
3) rispetto della legalità nel settore ambientale.

Fra gli obiettivi del WWF, e quindi anche di ciascuna sua sede periferica, vi è inoltre quello di raccogliere fondi da destinare ai progetti internazionali per la difesa degli ultimi paradisi naturali del Pianeta, le 238 ecoregioni individuate a livello mondiale dai biologi della conservazione (foreste pluviali, barriere coralline, grandi bacini fluviali, etc.), che a tutt’oggi custodiscono la maggior parte delle specie viventi della Terra.
Per conseguire questi obiettivi, su scala locale e globale, è necessario che il WWF riesca ad ottenere, su ciascun territorio in cui è attivo, una sede operativa a costo zero (salvo spese per l’utilizzo dei servizi).

Dopo una pluridecennale ospitalità fornita dalla Cassa dei Risparmi di Forlì, a tutt’oggi venuta meno per la vendita dell’immobile sito in via Sara Levi Nathan (in cui al n.7 si trovava la “storica” sede), e dopo il successivo periodo 2009-2010, durante il quale il nostro compianto Ing. Claudio Malmesi ha messo a disposizione del WWF la sua abitazione in via Caterina Sforza 36, oggi non più utilizzabile dopo la prematura scomparsa di Claudio,  il WWF Forlì si trova a ricercare una nuova “casa” in cui potersi riunire e lavorare quotidianamente sulle varie e numerose iniziative ambientali.
Rivolgiamo pertanto un appello alla Comunità forlivese, con ovvio e particolare riferimento anche alle Istituzioni, per riuscire a proseguire nella nostra attività e fornire anche un punto di riferimento concreto per tutti coloro che intendono collaborare con l’Associazione e impegnarsi, in prima persona, anche per tramandare alle generazioni future i principi, le conoscenze e le competenze che stanno alla base del nostro impegno.

Torna su
ForlìToday è in caricamento