rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Impianto biogas a Fratta Terme, il 'no' del WWF di Forlì

Il Tavolo delle Associazioni Ambientaliste di Forlì, preso atto della situazione riguardante l’impianto per produzione di biogas in località Fratta Terme di Bertinoro e dell’impatto ambientale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Il Tavolo delle Associazioni Ambientaliste di Forlì, preso atto della situazione riguardante l’impianto per produzione di biogas  in località Fratta Terme di Bertinoro e dell’impatto ambientale a carico del territorio e della comunità di Fratta, esprime la propria netta opposizione a questo tipo di impianti ed in particolare all'ubicazione specifica in zona termale, con traffico pesante e relativo inquinamento atmosferico, in viabilità oltretutto insufficiente e precaria.
 
Le Associazioni Ambientaliste si sono sempre impegnate per superare l’era dei combustibili fossili.
 
Nel caso in questione, il biogas sarà ricavato dalla digestione anaerobica di biomasse vegetali (a ciò specificatamente dedicate, con utilizzo di fertilizzanti e prodotti chimici vari per le relative colture) e animali, provenienti da zone eccessivamente lontane dal sito.
 
Oltre quindi alle emissioni derivanti dalla combustione del gas, vi sono problematiche d’impatto legate al consumo di carburanti per il trasporto con mezzi pesanti, che prefigurano un bilancio energetico ed ambientale sicuramente negativi; in altre parole, si consumerà più energia fossile per produrre le biomasse e per trasportarle all’impianto che non energia rinnovabile dalla loro trasformazione, distorcendo così lo stesso concetto di energia rinnovabile.
 
Un utilizzo corretto delle biomasse prevede invece che esse siano prioritariamente compostate con tecnologie avanzate in grado di prevenire odori e disagi, nonché a “Km zero”, cioè entro un raggio di pochi km dagli impianti di riferimento e, possibilmente, attivando un sistema consortile fra varie aziende in loco.
 
Con l’impianto in esame  ci troviamo invece di fronte all’ennesimo investimento di privati che, con il pretesto dell’impiego di prodotti di scarto (che invece, nella componente vegetale sono allo scopo dedicati),  in realtà utilizzabili con metodi alternativi realmente ecocompatibili, ottengono eco incentivi illegittimamente, a scapito delle popolazioni locali.
 
In considerazione di quanto sopra, annunciamo pertanto la nostra partecipazione alla manifestazione di protesta indetta per il 6 maggio p.v. davanti alla Provincia"
 
il coordinatore del WWF FORLI', Alberto Conti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto biogas a Fratta Terme, il 'no' del WWF di Forlì

ForlìToday è in caricamento