Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Importante nomina per l'avvocato forlivese Patrizia Graziani

L’OUA è l’organo a cui è conferito il compito di rappresentanza politica dell’Avvocatura, di diretta emanazione del Congresso Nazionale Forense, in cui confluiscono tutti gli ordini forensi dei vari distretti giudiziari italiani

L’avvocato forlivese Patrizia Graziani è stata nominata coordinatrice nazionale della Commissione pari opportunità dell’Oua (Organismo unitario dell’avvocatura) dal direttivo Oua nel corso dell’ultima assemblea di giovedì a Roma. L’OUA è l’organo a cui è conferito il compito di rappresentanza politica dell’Avvocatura, di diretta emanazione del Congresso Nazionale Forense, in cui confluiscono tutti gli ordini forensi dei vari distretti giudiziari italiani.

“Troppe ancora sono le criticità riscontrate ed evidenti le diseguaglianze tra uomini e donne sia nell’esercizio della professione, in termini economici e di protezione sociale, sia nella presenza negli organismi di rappresentanza istituzionale forensi. La strada per raggiungere l’effettiva pari opportunità di genere è ancora lunga,cercheremo di mettere in rete tutte le avvocate affinché i ruoli fra uomini e donne siano improntati all’uguaglianza effettiva , siano cioè una realtà e non una chimera", ha dichiarato la stessa Graziani all’atto della sua nomina.

Dalla trasferta nella capitale Graziani porta in dote nel nostro territorio una delibera di comune interesse per tutti gli operatori dell’avvocatura: un documento della commissione, che verrà presto diffuso dalla Giunta Oua, in materia di proposte di sgravio fiscale per i professionisti avvocati , che verrà sottoposto anche in sede di confederazione per le altre professioni, oltre a proposte di riforma in materia di diritto di famiglia .

“A Roma abbiamo deliberato un documento di forte critica sia al nuovo DDL sul processo civile che non ci consentirebbe più nessuna causa Englaro, né processi contro gli abusi delle banche ( anatocismo), sia al Decreto svuota carceri che non soddisfa il problema del sovraffollamento anche in considerazione della recente fallimentare riforma della geografia giudiziaria, delle disfunzioni e dell’accorpamento dei tribunali , che ha visto la fusione in unica sede anche al Tribunale di Forlì con Cesena.. Per questo abbiamo proclamato lo stato di agitazione e chiesto incontro con il Governo e Commissioni Giustizia del Parlamento “ .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Importante nomina per l'avvocato forlivese Patrizia Graziani

ForlìToday è in caricamento