Imprese di pulizia, servizi integrati e multiservizi: tutto il settore incrocia le braccia

La mobilitazione nazionale è stata indetta dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti

Venerdì incroceranno le braccia per l’intero turno di lavoro gli oltre 600mila addetti del comparto delle imprese di pulizia, servizi integrati e multiservizi. La mobilitazione nazionale indetta dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl , Uiltrasporti, segue le iniziative territoriali delle ultime settimane e la grande manifestazione del 21 ottobre scorso, per chiedere il rinnovo del contratto nazionale per il personale dipendente. Per le lavoratrici e i lavoratori delle province romagnole, è previsto venerdì mattina un ampio presidio in piazzetta della Misura a Forlì a partire dalle ore 10.30, pur nel rispetto delle disposizioni contenute nel nuovo
Dpcm.

"In regione lo sciopero si svilupperà con presidi e mobilitazioni in tutti i capoluoghi di provincia (nel rispetto delle disposizioni contenute nel nuovo Dpcm) - spiegano i sindacati -. Nel dramma della pandemia, il lavoro delle addette e degli addetti del settore impiegati in appalti pubblici e privati si è dimostrato essenziale per il contenimento del contagio nei presidi ospedalieri, nelle Rsa, nelle case di cura, nelle scuole, nelle università, nei tribunali, nelle fabbriche e negli uffici pubblici e privati. Ma continuare a lavorare con un contratto scaduto da oltre sette anni è inaccettabile. Stiamo parlando di lavoratrici e lavoratori esposti in prima linea per garantire l’accessibilità dei luoghi che, senza la loro opera, non sarebbe stata possibile".

"Le associazioni datoriali (Anip Confindustria, Confcooperative Lavoro e servizi, Lagacoop Produzione e Servizi, Unionservizi Confapi, Agci Servizi) non rispettano però gli impegni presi e producono una dilazione dei tempi in modo del tutto strumentale - concludono -. E questo, seppur le imprese del settore abbiano incrementato in modo significativo lavoro e fatturato potendo sempre contare sull’impegno costante e responsabile del personale, che mai si è sottratto al proprio dovere, nonostante tutto e con enormi sforzi personali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna allenta le restrizioni: centri commerciali chiusi nei weekend. Negozi riaperti la domenica

Torna su
ForlìToday è in caricamento