menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In città niente Esercito, serve nelle vallate. Balzani: "Dovremo fare da soli"

Dopo il vertice regionale svolto sabato pomeriggio a Forlì, il sindaco annuncia che l'Esercito non sarà impegnato sulla città ma solo nelle situazione di grave emergenza, con persone isolate; problema presente soprattutto in collina e montagna

L'Esercito? Interverrà, ma solo per le situazioni di emergenza nelle vallate. Gli aiuti dalla Regione? Ci saranno ma solo per le vallate più in difficoltà. E' questa la sintesi dell'importante summit svoltosi sabato pomeriggio a Forlì alla presenza del presidente della Regione, Vasco Errani, e di tutti i sindaci della Romagna, dei presidenti di Provincia e del capo della Protezione civile regionale, Demetrio Egidi.

Il sindaco di Forlì, Roberto Balzani, traccia una sintesi dell'incontro. “L'emergenza è conclamata e potrebbe nelle prossime ore interessare altre zone della Regione – afferma il primo cittadino attraverso Facebook -. Non ne siamo ancora usciti. Due cose sono abbastanza chiare: gli aiuti regionali andranno a beneficio dei comuni minori di montagna più colpiti, taluni ancora isolati (come è giusto, credo), e l'impiego dei militari, a carico del ministero dell'Interno, sarà selettivo, a vantaggio delle situazioni di reale pericolo di sopravvivenza (il che, di nuovo, si traduce in un'ovvia e necessaria precedenza per le vallate)”.

Inoltre non verrà dichiarato alcuno stato di calamità. “Non sarà dichiarato lo stato di calamità nazionale – spiega Balzani -, per il banale motivo che ciò significherebbe, in base ad una delle finanziarie del precedente governo, che le regioni interessate si vedrebbero addebitati i costi sull'accisa dei carburanti (cioè: cornuti e mazziati) e, date le tasse in arrivo, non sembra proprio il caso”.


In altre parole bisogna arrangiarsi. “Le città – spiega ancora Balzani - devono sostanzialmente far da sole, mentre gli interventi a carico dello stato si concentrano sui casi limite”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento