In Duomo si incontrano le Misericordie della provincia di Forlì-Cesena

E' stato presentato in Duomo il libro “La Confraternita di Misericordia di Forlì e San Benedetto in Alpe: chi siamo, come, quando e perché”

E' stato il Duomo di Forlì ad ospitare, venerdì sera, l’incontro indetto dalle nove Misericordie della Provincia di Forlì-Cesena per la presentazione del libro “La Confraternita di Misericordia di Forlì e San Benedetto in Alpe: chi siamo, come, quando e perché”. Presenti il vescovo di Forlì-Bertinoro Livio Corazza, i sindaci di Forlì Gianluca Zattini e di Portico San Benedetto Maurizio Monti, il presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì Roberto Pinza, l’assessore al Welfare del Comune di Forlì Rosaria Tassinari, il direttore sanitario e la direttrice del servizio infermieristico Ausl Romagna, Mattia Altini e Silvia Mambelli. Coordinatore e presentatore dell’intero evento sarà il “confratello” Giuseppe Bertaccini, in arte Sgabanaza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La storia

La Confraternita di Misericordia di Forlì e San Benedetto in Alpe è nata il 14 novembre 2018 dalla fusione per incorporazione della Confraternita di Misericordia di Forlì con l’omologa di San Benedetto in Alpe. La sua azione continua nel solco del servizio socio-assistenziale svolto dalle due realtà originarie, nell’ambito della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia. Se la Misericordia di Forlì, sorta nel 2010 nel nome di don Carlo Zaccaro, il compianto sacerdote fiorentino per decenni guida dell’Opera Madonnina del Grappa di Galeata, arrivò alla condivisione di energie ed intenti forte di 138 soci, l’omologa di San Benedetto, operativa sin dal 1973, recò in dote al nuovo soggetto 44 soci, per un totale di 182 soci, di cui 88 attivi. La sede di San Benedetto rimane in via Molino 21, mentre quella forlivese, intitolata a don Zaccaro, è in via Cerchia 101.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento