In giro di notte in tangenziale, ma è marchigiano: multato per il viaggio fuori regione

E' importante ricordare bene, infatti, che limitazioni alla circolazione e auto-certificazione non sono andate completamente in soffitta, in quanto permangono per gli spostamenti tra regioni

Era a Forlì, privo di una regolare e comprovata motivazione per lo spostamento fuori regione. Per questo è stato multato. E' importante ricordare bene, infatti, che limitazioni alla circolazione e auto-certificazione non sono andate completamente in soffitta, in quanto permangono i motivi di necessità da dimostrare per la circolazione tra regioni diverse. Il controllo è avvenuto di notte. La Polizia di Stato ha sanzionato un 59enne marchigiano per la violazione delle disposizioni in materia di limitazione della mobilità tra regioni. L’uomo è stato controllato l’altra notte in città, poco dopo le 3.30, mentre stava transitando con la sua vettura lungo la tangenziale in direzione di Cesena.

All’atto del controllo, una volta accertata la sua residenza in un paese della provincia di Macerata, gli agenti delle volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura gli hanno chiesto di esibire l’apposita autocertificazione, ma lo stesso ne era sprovvisto. Ha quindi compilato il modulo fornitogli dagli operatori, dichiarando che si trovava a Forlì in quanto di passaggio per rientrare al domicilio, di ritorno da Alba in Piemonte, dove si sarebbe recato per una visita medica specialistica, affermando di trovarsi sulla strada statale anziché in autostrada per risparmiare i costi del pedaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trattandosi di motivazione piuttosto singolare e in prima battuta poco plausibile, gli agenti gli hanno chiesto che esibisse la documentazione in suo possesso a conferma di quanto appena dichiarato, ma l’uomo non è stato in grado di esibire alcuna certificazione medica e neppure ricevuta fiscale attestante l’avvenuto pagamento della prestazione sanitaria. Pertanto a suo carico è stato stilato verbale di accertamento della violazione amministrativa che comporta il pagamento della somma di euro 533 per avere commesso il fatto mediante l’utilizzo di un veicolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

  • Denis Dosio, tanta sofferenza dietro il successo: confessione in lacrime al Grande Fratello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento