rotate-mobile
Cronaca

Inaugurate dalla Elcas due nuove ambulanze, si rinforza la flotta del trasporto sanitario

La cooperativa è nata nel 2004 e svolge la propria attività nell’ambito del trasporto sanitario in convenzione con strutture pubbliche quali l’Ausl Romagna e l’Irst di Meldola

Si è svolta presso la Cooperativa Sociale Elcas di Forlì l’inaugurazione di due nuove ambulanze, acquistate dalla cooperativa stessa per le proprie attività di trasporto sanitario. All’evento erano presenti l’assessore regionale al bilancio Paolo Calvano, il consigliere regionale Massimo Bulbi, l’assessore al welfare del Comune di Forlì Barbara Rossi, il direttore di Confcooperative Romagna Pierlorenzo Rossi, il segretario di Confcooperative Romagna Mirco Coriaci, oltre allo staff al completo di E.L.C.A.S., guidato dal presidente Maurizio Zaccarelli.

“La nostra cooperativa – ha spiegato Zaccarelli – è nata nel 2004 e svolge la propria attività nell’ambito del trasporto sanitario in convenzione con strutture pubbliche quali l’Ausl Romagna e l’Irst di Meldola, oltre che offrire tale servizio anche ai privati. Presentiamo, poi, un valore aggiunto non indifferente: siamo una cooperativa di tipo B, nella quale sono occupati nella misura del 40% anche persone con fragilità sociale disabilità, una peculiarità non molto diffusa nel nostro settore, che punta alla valorizzazione dei talenti anche nelle persone che presentano problematiche di vario tipo. In più cerchiamo di sviluppare il nostro lavoro all’insegna dell’innovazione: ne sono esempio il progetto di sanificazione delle nostre ambulanze, messo a punto insieme Ecosì e Ferno e validato dall’Università di Ferrara, l’installazione di telecamere nelle nostre ambulanze, finalizzata non solo alla geolocalizzazione, ma anche al controllo in tempo reale del vano sanitario e il dispositivo di sicurezza per gli operatori sanitari, anch’esso installato sui nostri mezzi, per la segnalazione in tempo reale di qualsiasi problema che può avvenire a bordo”.

“La Cooperativa Sociale Elcas - ha affermato Barbara Rossi, assessore al Welfare del Comune di Forlì – rappresenta un punto di eccellenza e di innovazione al servizio delle persone sul nostro territorio, perché con la propria attività valorizza la dignità umana e persegue finalità di inclusione sociale, tramite l’inserimento nel proprio organico di persone diversamente abili”.

“La cooperazione sociale – ha ricordato l’assessore regionale Paolo Calvano – rappresenta una risorsa per il nostro Paese, in quanto riesce a intervenire dove lo Stato e il mercato non arrivano. Elcas è un’espressione di questa vivacità sul territorio, in un ambito complesso, quale la sanità, dove è evidente che le risorse nazionali non sono sufficienti per rispondere adeguatamente ai bisogni della gente, un problema che, come Regione Emilia Romagna, abbiamo cercato di arginare mettendo in campo nostre risorse. Non dimentichiamo che l’obiettivo primario è quello di  garantire tutto a tutti e di non far rimanere indietro nessuno. Questa è la nostra priorità e strutture come la Cooperativa Sociale Elcas sono un “un pezzo” importante della comunità per perseguire questo scopo, valorizzando la dignità di tutte le persone, qualsiasi siano le loro condizioni”.

Inoltre, tramite una simulazione, sono stati presentati gli innovativi progetti di sanificazione e sicurezza dei mezzi sanitari. In particolare quello realizzato in collaborazione con Autronica Multimedia e Progel Engineering per il telecontrollo del mezzo e con Istituto di Vigilanza Colas, grazie all'accordo stipulato con il Direttore Andrea Avellone.

"Ci teniamo a ringraziare tutte le persone che hanno partecipato a questa bella giornata di condivisione che ha interessato la nostra cooperativa - evidenzia Maurizio Zaccarelli, presidente di Elcas -. In particolare l’assessore Calvano, il consigliere regionale Massimo Bulbi, Patrizia Graziani in rappresentanza del Cda della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Maria Teresa Montella Direttore Sanitario IRST, il dottor Cesare Bini in rappresentanza della Direzione presidio ospedaliero di Forlì, le Coordinatrici dei 1.1.8. Forlì e Cesena Antonella Prosapio e Francesca Fuzzi, Giorgio Ricci ex funzionario Ausl, il dottor Antonio Sosti in rappresentanza del presidio di Cesena, l’assessore al Welfare del Comune di Forlì Barbara Rossi, Andrea Bassi Presidente della cooperativa Prosit, Omar Malpezzi di Autronica, Luca Sollieri di Progel Engineering e i rappresentanti di Olmedo Ambulanze. Infine ringraziamo anche Confcooperative Romagna che era presente con il direttore di Confcooperative Emilia-Romagna Pierlorenzo Rossi, il segretario di Confcooperative Romagna Mirco Coriaci e la funzionaria welfare Katia Gulino".

ambulanze

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurate dalla Elcas due nuove ambulanze, si rinforza la flotta del trasporto sanitario

ForlìToday è in caricamento