Cronaca

Inaugurato il Giardino di Via Curte in uso alla Caritas diocesana

Nell’ambito del progetto “La Cittadella” l'area verde vuole diventare un luogo di riflessione e di attività formative/laboratoriali legate ai valori dell’enciclica Laudato Si’

Si è svolta domenica l’inaugurazione del Giardino di Via Curte 34/36, area verde immersa negli orti storici della città. Nell’ambito del progetto “La Cittadella”, la Caritas diocesana ha ricevuto l’uso di questo spazio: si tratta di un’area verde che, come da progetto, vuole diventare un luogo di riflessione e di attività formative-laboratoriali legate ai valori dell’enciclica Laudato Si’. Il cuore dell'enciclica è l’ecologia integrale (quindi un approccio a tutti i sistemi complessi, la cui comprensione richiede di mettere in primo piano la relazione delle singole parti tra loro e con il tutto) dove la preoccupazione per la natura, l’equità verso i poveri, l’impegno nella società, ma anche la gioia e la pace interiore risultano inseparabili.

Il giardino ha come scopo quindi quello di proporre e realizzare attività che promuovano i valori condivisi della Laudato Si’ e sarà a disposizione delle realtà educative del centro storico che, progettando insieme, potranno co partecipare alla gestione del terreno.
Durante il momento è intervenuto l’assessore al Welfare e alle politiche per la famiglia Barbara Rossi che ha evidenziato l’importanza condivisione e della gestione cose comuni, in particolare per i ragazzi: soprattutto per loro è importante il contatto con il verde e che spesso non conoscono. Successivamente il vescovo Livio Corazza, dopo la benedizione, ha sottolineato come sia importante che questo luogo sia abitato da tutti, ha ribadito la bellezza di avere una comunità che se ne prende cura la necessità di custodire il nostro pianeta partendo dal posto vicino a noi. Infine ha citato l’enciclica Laudato Si’ dove Papa Francesco ha scritto che “Un’ecologia integrale è fatta anche di semplici gesti quotidiani nei quali spezziamo la logica della violenza, dello sfruttamento, dell’egoismo. Viceversa, il mondo del consumo esasperato è al tempo stesso il mondo del maltrattamento della vita in ogni sua forma”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurato il Giardino di Via Curte in uso alla Caritas diocesana
ForlìToday è in caricamento