Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Forlimpopoli

Taglio del nastro per la nuova sede della Croce Rossa Italiana di Forlimpopoli e Bertinoro

La cerimonia d'inaugurazione è in programma sabato alle 17,30 alla presenza dei sindaci competenza territoriale e delle massime autorità religiose, militari e civili

Taglio del nastro per la nuova sede della Croce Rossa Italiana, sezione di Forlimpopoli e Bertinoro, in via Maestri del Lavoro D’Italia, 210. La cerimonia d'inaugurazione è in programma sabato alle 17,30 alla presenza dei sindaci competenza territoriale e delle massime autorità religiose, militari e civili, tra cui il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ed i parlamentari Marco di Maio e Bruno Molea. E' atteso anche il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

"La nuova sede dovrà mantenere, migliorare, includere ed integrare sia il rapporto e le attività tra i volontari della Croce Rossa, ma anche verso le attività con il territorio di Bertinoro e di Forlimpopoli, non meno importante mantenere al sicuro, efficiente e in buono stato il nostro patrimonio di mezzi e materiale importantissimo per le nostre attività istituzionali - afferma il presidente Emanuele Pignatiello -. Per le migliorie strutturali, l'arredamento e tutto quanto necessario, sono state interamente utilizzate risorse private interne al Comitato. L'immobile è di proprietà dello stesso Comitato e non della Crosse Rossa Nazionale (gestore di immobili demaniali pubblici in uso gratuito ai Comitati Cri). E' di proprietà dei Volontari che negli anni si sono sacrificati per l'acquisto di una sede autonoma e decorosa e della collettività che ci ha sostenuto e non ci ha mai fatto mancare la vicinanza che avevamo bisogno".

"L'immobile - continua Pignatiello - è strutturato in 500 metri quadrati, adibito metà ad uffici e metà a garage per mezzi e materiale. Il piano terra è adibito a reception (sala d'attesa e punto informazioni), poi ci sono due uffici (uno per attività socio assistenziali e uno per pianificazione e organizzazione attività sanitarie). Sono presenti inoltre locale adibito a distribuzione dei viveri agli indigenti e un locale di attesa per i volontari o operatori sanitari che devono fare attività istituzionali, un bagno con spogliatoio e doccia, un garage a tutta altezza per il ricovero di mezzi e materiale Cri. Al primo e ultimo piano è presente un locale adibito a ufficio amministrativo, presidenza e consiglio, un bagno, sempre qui lato opposto un soppalco di 135 metri quadrati metà adibito a sala polivalente e attività giovanili Cri e metà ad archivio documentale, magazzino materiale per attività in programmazione e vestiario volontari, infine a piano terra nel retro dell'immobile un cortile grande per attività di socializzazione dei volontari e cittadini che vogliono avvicinarsi alla associazione''.

''Evidenzio che la sede è stata costruita e migliorata con tutti gli accorgimenti sulla sicurezza di ogni genere e qualità ambientale possibile, ha sul tetto un impianto fotovoltaico con accumuli di ultima generazione al fine di renderla quasi totalmente autonoma dal fabbisogno di energia elettrica, non è al momento stato allacciato all'impianto gas in quanto non necessità per l'attuale funzionamento della struttura'', conclude Pignatiello.

Buffet a firma dell'Istituto Alberghiero

A fornire la prelibata cornice per l'appuntamento saranno gli allievi dell’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli, che, rappresentati in tutti e tre gli indirizzi professionalizzanti e coordinati dai loro insegnanti, prepareranno ed allestiranno un buffet a base di gustose specialità salate e dolci. "Si tratta di un momento celebrativo importante che segna il connubio di due realtà, entrambe accomunate da un profondo e tangibile radicamento nel territorio - commenta la professoressa dell'Istituto "Artusi", Benedetta Neri -. I valori dell’associazionismo socio-assistenziale, quelli dell’impegno civile e del volontariato, rappresentati dall’opera della Croce Rossa Italiana locale, impegnata da 45 anni in attività di assistenza, di prevenzione e sensibilizzazione, si trovano riuniti a tavola conditi con il gusto della tradizione e dell’innovazione enogastronomica delle specialità culinarie create dall’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi”, eccellenza indiscussa nella formazione e sperimentazione della cultura della tavola".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio del nastro per la nuova sede della Croce Rossa Italiana di Forlimpopoli e Bertinoro
ForlìToday è in caricamento