Inferno di fuoco in un allevamento: brucia capannone con fieno, morte diverse mucche

L'allarme alla sala operativa del 115 è giunto intorno alle 23. Il bagliore, complice l'ora, era visibile anche a chilometri di distanza

Un vasto e violento incendio è scoppiato nella tarda serata di giovedì in un'azienda agricola a Pievequinta, in via Petrosa. L'allarme alla sala operativa del 115 è giunto intorno alle 23. Il bagliore, complice l'ora, era visibile anche a chilometri di distanza. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del comando di viale Roma per spegnere le fiamme che hanno interessato un capannone con al suo interno un ingente quantità di balle di paglia. L'area ospitava anche un allevamento di mucche.

Lingue di fuoco e fumo hanno trasformato la struttura in una grande camera a gas. Diversi bovini hanno perso l’orientamento, accasciandosi al suolo per poi trovare la morte. I pompieri hanno lavorato per tutta la notte per aver ragione sulle fiamme, con le squadre che si sono alternate nella difficile operazione. Fortunatamente non vi sono stati feriti.

Venerdì mattina il personale del 115 era ancora impegnato per spegnere gli ultimi focolai. Terminate le operazioni inizierà la bonifica dell'area. Ancora ignote le cause che hanno innescato l'inferno di fuoco. Sono diversi gli incendi in fienili che nelle ultimo periodo hanno tenuto impegnati i Vigili del Fuoco. Il 6 giugno scorso i "fireman" erano dovuti intervenire a Bagnolo per un rogo che aveva distrutto centinaia di rotoballe. Altri sono avvenuti nel cesenate.

incendio-via-petrosa-2

(foto di un lettore)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento