Devastante incendio e nuvola di fumo nera, l'Arpae: "Esclusi problemi all'ambiente"

Il devastante rogo ha interessato una parte dello stabilimento adibita alla produzione, ferma per le disposizioni finalizzate ad evitare la diffusione del coronavirus

"Le misure hanno per il momento escluso criticità ambientali nelle zone monitorate". Questa l'informativa deti tecnici Arpae dopo l'incendio divampato giovedì mattina alla ditta Alpe di via Righi, nella zona artigianale di Coriano a Forlì. Il devastante rogo ha interessato una parte dello stabilimento adibita alla produzione, ferma per le disposizioni finalizzate ad evitare la diffusione del coronavirus. I tecnici di Arpae hanno constatato il controllo dell’incendio da parte dei Vigili del fuoco e l’avvio delle operazioni per il confinamento e la corretta gestione delle acque di spegnimento e dello schiumogeno.

"Le condizioni atmosferiche hanno favorito l’innalzamento e la dispersione della densa colonna di fumo verso gli strati più elevati dell’atmosfera e quindi in direzione ovest, nord-ovest - spiega Arpae nell'informativa -. Le successive condizioni di sviluppo dell’incendio e il rapido controllo dello stesso da parte dei Vigili del fuoco hanno evitato il coinvolgimento degli edifici più prossimi e l’interessamento delle zone abitate del circondario".

I tecnici dell'ente hanno quindi effettuato le indagini della qualità dell’aria nel territorio circostante e nelle abitazioni più vicine con strumenti portatili, al fine di valutare l’eventuale presenza di polveri sottili, composti organici volatili e altre sostanze derivanti dalla combustione a livello stradale. "Le misure hanno per il momento escluso criticità ambientali nelle zone monitorate", viene evidenziato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contemporaneamente, prosegue l'informativa, "è stata interrogata in remoto la centralina di Via Barsanti (situata a circa 500 metri a nord dell’incendio, anche se non nella direzione più esposta) per verificare eventuali anomalie sui parametri di ossido e biossido di azoto e ossido di carbonio: fino al primo pomeriggio, sui dati in tempo reale di questi parametri non si sono riscontrate anomalie - viene comunicato -. Il dato delle pm10 è determinato giornalmente e sarà verificabile solo venerdì".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Commando armato assalta una villa: minuti di terrore per una famiglia

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento