rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Inceneritore, la maggioranza in Regione vota contro Forlì. Il Taaf: "Bonaccini dovrà chiarire se intende onorare le promesse"

"Siamo rimasti negativamente sorpresi dall’ atteggiamento dei consiglieri di maggioranza in Assemblea Legislativa, che hanno opposto motivi di metodo alla sostanza della mozione unitaria del Consiglio Comunale di Forlì"

"Siamo rimasti negativamente sorpresi dall' atteggiamento dei consiglieri di maggioranza in Assemblea Legislativa, che hanno opposto motivi di metodo alla sostanza della mozione unitaria del Consiglio Comunale di Forlì sulla gestione regionale dei rifiuti urbani, sulla exit strategy dall'incenerimento e sulla chiusura, all'interno di questa strategia , dell''inceneritore Hera di Forlì": il Tavolo delle Associazioni Ambientaliste di Forlì (TAAF) ha assistito alla diretta streaming della Commissione Ambiente della Regione e protesta per il suo esito, per bocca di Alberto Conti e Natale Belosi.

"La contraddittoria decisione della maggioranza politica nella Commissione Ambiente Regionale risulta perciò inspiegabile e grave di fronte a tutti ed in particolare al popolo forlivese. Si consideri infatti che la mozione forlivese, come anche l'ordine del giorno regionale citato, contiene tutti gli elementi di una politica regionale coerente con gli indirizzi europei di economia circolare e tali da giustificare le proposte avanzate anche in campo locale; elementi più ampiamente illustrati nelle proposte sul nuovo Piano Rifiuti, avanzate dalla Rete Comuni Rifiuti Zero, di cui Forlì fa parte assieme al Comune di Parma e ad altri 11 comuni di tutte le tendenze politiche. Quindi, quanto sopra è l'esatto contrario delle considerazioni fatte da alcuni consiglieri i quali, a torto, hanno voluto qualificare la mozione comunale di Forlì come rivendicazione locale. Occorre, invece, che ci sia la volontà politica di mettere in pratica le proposte indicate, che servono a tutta la Regione. Perciò rinnoviamo la richiesta di inserirle nel nuovo Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti, la cui discussione è appena iniziata. L' assenza in Commissione dell' Assessora regionale all' Ambiente, Irene Priolo, che avrebbe dovuto rimarcare gli impegni presi dal Presidente, è certo un segnale ostile".

"La Commissione Ambiente però è solo la prima tappa. L'Assemblea Legislativa e la Giunta, guidata dal medesimo Presidente della scorsa legislatura, dovrà comunque valutare le proposte avanzate dal territorio forlivese e dare una risposta chiara e definitiva, soprattutto da parte di chi guida la Regione e ha fatto promesse. Chiediamo che sia il Presidente Bonaccini in persona a dirci se intende mantenere fede alla parola data. Il TAAF comunque continuerà la propria azione in tutti le sedi, richiamando l' attenzione dell' opinione pubblica sull' operato delle Amministrazioni Pubbliche e sempre disponibile in qualsiasi momento ad un' approfondita interlocuzione con le Istituzioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inceneritore, la maggioranza in Regione vota contro Forlì. Il Taaf: "Bonaccini dovrà chiarire se intende onorare le promesse"

ForlìToday è in caricamento