Incentivi per andare al lavoro in bici, è boom di richieste: "Incrementeremo il budget"

"La capienza economica dell’iniziativa era già stata soddisfatta dopo solo 4 minuti di apertura del bando - spiega Petetta -, ma l’intenzione di questa Giunta è quella di non lasciare indietro nessuno"

Sono già 427 le domande pervenute agli sportelli di Forlì Mobilità Integrata o inoltrate tramite mail da altrettanti forlivesi interessati a utilizzare la bicicletta negli spostamenti casa-lavoro. A fornire il dato è l'assessore con delega alla mobilità e all'ambiente Giuseppe Petetta, che definisce il progetto "Al lavoro in bici!" "un successo senza precedenti, segno che lo spirito dell’iniziativa è stato perfettamente recepito dai nostri cittadini. L'eccezionale partecipazione dei forlivesi a questo progetto testimonia quanto si possa influire sulle politiche di mobilità, traguardando obiettivi di sostenibilità ambientale e quanto il nostro territorio abbia una vocazione naturale per lo spostamento in bicicletta".

"La capienza economica dell’iniziativa era già stata soddisfatta dopo solo 4 minuti di apertura del bando - spiega Petetta -, ma l’intenzione di questa Giunta è quella di non lasciare indietro nessuno. Ragion per cui incrementeremo il budget degli incentivi precedentemente già stanziati per venire incontro alle richieste di tutti i 427 richiedenti. Nei prossimi giorni i nostri uffici inoltreranno le mail di conferma di ammissione al progetto (si consiglia di verificare anche negli spam) con apposito codice di attivazione dell'App dedicata. Con queste premesse - conclude - quella di quest'anno si configura come la prima edizione di “Al lavoro in bici!”. Ne seguiranno sicuramente altre". Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 0543.712580, inviare una mail sportello@fmi.fc.it o consultare il sito www.fmi.fc.it.

La scheda tecnica

CHI PUO' PARTECIPARE - Possono partecipare tutti i lavoratori maggiorenni residenti a Forlì; lavoratori che, per il percorso casa-lavoro, utilizzano spesso un veicolo privato a motore (auto o moto); lavoratori che intendono modificare le modalità di spostamento nel proprio percorso casa-lavoro-casa utilizzando la bicicletta; lavoratori in condizioni di salute idonee all’utilizzo della bicicletta, a conoscenza delle norme del Codice della Strada e del relativo Regolamento di esecuzione in particolare per la circolazione, comportamento, responsabilità, sicurezza e prudenza dei ciclisti; e lavoratori che dispongono di un dispositivo tipo smartphone o altro con connessione internet e possibilità di installare l’APP ai fini dell'avvio e gestione della rendicontazione informatica dei chilometri e dei giorni percorsi in bicicletta.

QUANDO PARTECIPARE AL PROGETTO - Il periodo di incentivazione sarà compreso a partire dal primo luglio fino al 30 novembre (5 mesi ulteriormente prorogabili a discrezione dell'Amministrazione in base alle somme a disposizione).

COME PARTECIPARE AL PROGETTO - Occorre scaricare il modulo di candidatura dal sito www.fmi.fc.it e presentarlo alla società della Mobilità del Comune di Forlì in una delle seguenti modalità: consegna a mano allo sportello sosta di FMI srl (in via Lombardini, 2), aperto nei seguenti giorni e orari, (dal lunedì al sabato dalle 8 alle 13), all’interno di una busta chiusa sul cui esterno deve essere chiaramente riportato il nome del mittente e la dicitura “Al lavoro in bici”; a mezzo di Posta Elettronica, con oggetto “Al lavoro in bici”, all'indirizzo istituzionale "sportello@fmi.fc.it".

Le candidature potranno essere presentate, a mano o per posta elettronica a partire dalle ore 8,30 del giorno 29 giugno  e saranno accettate fino ad esaurimento delle disponibilità finanziarie dedicate al progetto. Le adesioni saranno accettate sulla base della rispondenza ai requisiti e in ordine di arrivo: i cittadini idonei saranno poi contattati dagli uffici competenti per avviare la partecipazione al progetto.

NUMERO MASSIMO DEI PARTECIPANTI - Il progetto è aperto a tutti coloro che presenteranno la domanda rispondente ai requisiti di cui agli articoli precedenti. Il numero di partecipanti è condizionato dalla disponibilità economica, ovvero fino ad esaurimento delle disponibilità finanziare per l’intera durata della sperimentazione. L’erogazione dell’incentivo è condizionato dalla disponibilità economica residua. Farà fede per la partecipazione al bando la risposta (via mail con codice di attivazione) alla domanda presentata, finché il richiedente non riceve risposta non potrà partecipare.

MISURA DELL’INCENTIVO - L’incentivo previsto è di 20 centesimi di euro a chilometro del percorso casa-lavoro e viceversa, con un tetto massimo rispettivamente di 50 euro/mese e con tetto massimo totale riconoscibile pari ad 250 euro. Sarà oggetto di calcolo dell’incentivo solo il percorso effettuato utilizzando la propria bicicletta, con un minimo giornaliero pari a 1,5 chilometri. Il tragitto dovrà essere calcolato dalla specifica app installata, secondo il percorso stradale più breve o più funzionale e sicuro del proprio percorso casa-lavoro.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento