Cronaca

Terremoto in municipio, tre arresti per lavori pubblici pagati ma mai eseguiti

Venerdì mattina un blitz dei carabinieri del comando provinciale di Forlì ha portato a conclusione un'indagine che procedeva sotto traccia da circa un anno

Serie di arresti per illeciti legati ai lavori pubblici al Comune di Modigliana. Venerdì mattina un blitz dei carabinieri del comando provinciale di Forlì ha portato a conclusione un'indagine che procedeva sotto traccia da circa un anno. Il comune di Modigliana è stato perquisito per ore, con la presenza dei militari negli uffici municipali per tutta la giornata. In tarda mattina si è anche riunita in forma urgente la giunta comunale. Con un fascicolo della Procura di Forlì (pm Laura Brunelli) che vede come reati indicati il peculato e le false attestazioni, il gip del Tribunale di Forlì ha dato il via libera a tre arresti: un dipendente comunale e due imprenditori che sono stati messi agli arresti domiciliari. Risultano anche altre 15 denunce a piede libero.

Secondo quanto accertato dai Carabinieri, all'Ufficio Tecnico del Comune di Modigliana sarebbero state messe a pagamento fatture di appaltatori esterni per lavori in realtà mai eseguiti. Si tratta di lavori di manutenzione, dalle strade alla pubblica illuminazione agli arredi per i giardini pubblici. Ammontano ad un totale di circa centomila euro le fatture pagate dal Comune a cui non corrisponderebbero lavori correttamente eseguiti. Sempre secondo le accuse il sistema sarebbe stato applicato per quei lavori il cui iter era totalmente in gestione all'Ufficio Tecnico da parte del responsabile  presente da oltre vent'anni in municipio. Oltre al responsabile dei Lavori Pubblici, residente a Forlì, sono stati messi ai domiciliari i rappresentanti di due imprese, anch'esse della provincia di Forlì-Cesena. L'indagine si è estesa poi anche ad altre ditte coinvolte nel medesimo disegno, ma con importi più bassi, imprese del Forlivese e di Faenza.

L'indagine è partita da segnalazioni interne allo stesso municipio, dove qualcuno si era accorto che qualcosa non tornava nei lavori pubblici. Lo spiega in una nota la stessa giunta comunale, guidata dal sindaco Jader Dardi: “A seguito dei controlli eseguiti da questa Amministrazione Comunale sugli atti amministrativi, si sono evidenziate situazioni gravissime per le quali abbiamo ritenuto indispensabile rivolgerci all'autorità giudiziaria. Eravamo a conoscenza delle indagini in corso. In relazione ai  provvedimenti cautelari disposti dalla magistratura inquirente nei confronti del Responsabile dei Lavori Pubblici del Comune di Modigliana, comunichiamo che l'Amministrazione Comunale, con senso di giustizia ed equilibrio, adotterà tutti gli atti necessari a tutelare il Comune di Modigliana, per i quali si comunica che la Giunta ha inteso conferire apposito incarico all'avvocato Matteo Olivieri di Faenza”. Ed infine: “Esprimiamo il pieno apprezzamento per il lavoro svolto dalle Forze dell'Ordine in sede di indagini preliminari e piena fiducia nel lavoro delle magistrature su quanto verrà conseguentemente accertato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto in municipio, tre arresti per lavori pubblici pagati ma mai eseguiti

ForlìToday è in caricamento