menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidente in grotta nel faentino, paura per speleologo forlivese

Un giovane speleologo forlivese di 24 anni ha riportato la frattura di una gamba in un incidente avvenuto sabato mattina nella grotta “Lina Benini”, nella Vena del gesso romagnola

Un giovane speleologo forlivese di 24 anni ha riportato la frattura di una gamba in un incidente avvenuto sabato mattina nella grotta “Lina Benini”, nella Vena del gesso romagnola. Ci sono volute ben otto ore per estrarre il ferito dalla grotta e portarlo all'ospedale. Secondo una ricostruzione dei fatti a tradire il ragazzo, che faceva parte di un grippo di quattro escursionisti del Grippo speleologico faentino, è stata la rottura di una scaletta di cavo metallico.

Tale serviva per superare una buca di alcuni metri. Il giovane è caduto, procurandosi la frattura scomposta sopra la caviglia della gamba sinistra. Subito è stato chiesto l'intervento del Soccorso alpino romagnolo emiliano. I primi a prestare aiuto sono stati alcuni tecnici della Scuola regionale di soccorso speleologico, impegnati in un'esercitazione in zona. Le operazioni di salvataggio, portate avanti dal soccorso speleo di Faenza e Bologna, si sono concluse introno alle 21.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento