rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Centro Storico / Corso Giuseppe Mazzini, 165

Cade da un'impalcatura in pieno centro, grave un 56enne

Infortunio sul lavoro in pieno centro a Forlì. Un uomo di 56 anni è rimasto ferito dopo esser caduto da un'impalcatura in una palazzina al civico 165 di Corso Mazzini

Infortunio sul lavoro in pieno centro a Forlì. Un operaio albanese di 56 anni è rimasto ferito dopo esser caduto da un'impalcatura in una palazzina al civico 165 di Corso Mazzini. L'incidente si è verificato intorno alle 12. Tempestivo l'allarme al "118". Sul posto sono intervenuti gli operatori di "Romagna Soccorso" con un'ambulanza e l'auto col medico a bordo. Dopo esser stato stabilizzato, è stato trasportato all'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano.

Infortunio sul lavoro in piazza

Per chiarire la dinamica dell'episodio sono intervenuti i Carabinieri della stazione di Forlì, coadiuvati dai colleghi della Medicina del Lavoro, che hanno proceduto ai rilievi di legge. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il 50enne è precipitato da un'altezza di circa un metro e mezzo, sbattendo violentemente con il capo per terra. L'uomo stava lavorando con un martello pneumatico alla demolizione di un muro di una casa in ristrutturazione. Finito il suo turno, nel passare il martello pneumatico a un collega che si trovava a terra, ha perso l'equilibro, è caduto e ha battuto il capo, perdendo conoscenza. Non sarebbe in pericolo di vita.

I SINDACATI - "Un altro infortunio nel settore dell’edilizia, un altro lavoratore che per svolgere il proprio lavoro ha messo a rischio la propria vita. FILLEA CGIL, FILCA CISL, FENEAL UIL di Forlì esprimono grande preoccupazione per l’incidenza degli infortuni sul lavoro che sono in crescente aumento anche sul nostro territorio. Si chiede inoltre alle Autorità preposte che sia fatta piena luce, individuando tutte le responsabilità su quanto accaduto". E' quanto si legge in una nota congiunta dei sindacati.

"Questo ennesimo incidente sul lavoro - prosegue la nota - deve servire a riportarne al centro il suo valore, come strumento di emancipazione da svolgersi nella pienezza dei diritti e nel rispetto della dignità umana, quindi in assoluta sicurezza, non sottovalutando mai nessun particolare nella definizione delle procedure di valutazione dei rischi. Bisogna tornare a pensare che la sicurezza è una risorsa e non un costo o un lusso".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade da un'impalcatura in pieno centro, grave un 56enne

ForlìToday è in caricamento