Folla in Piazza Saffi e chiesa di San Mercuriale gremita per i funerali di Cristina Malandri

Amici, ma anche gente comune, non hanno voluto far mancare il proprio affetto al marito di Cristina, Stefano Colombo, e al figlio Tommaso, 18 anni

I rintocchi a lutto delle campane in Piazza Saffi hanno annunciato l'arrivo del corteo funebre. Poi lacrime ed un rispettoso silenzio. Una chiesa di San Mercuriale gremita all'inverosimile ha dato l'ultimo saluto a Cristina Malandri, la mamma 44enne morta in un tragico incidente stradale sabato scorso in viale Roma, travolta all'imbocco della Tangenziale di Forlì da un camion ed un'auto mentre si trovava in sella ad una bici da corsa. Amici, ma anche gente comune, non hanno voluto far mancare il proprio affetto al marito di Cristina, Stefano Colombo, tecnico di basket e preparatore atletico, al figlio Tommaso, 18 anni, cestista alla Cno Santarcangelo, i genitori Rino e Ivonne e le sorelle.

VIDEO: I FUNERALI DI CRISTINA MALANDRI

Alle esequie, officiate da don Enrico Casadio, che l'ha ricordata come una "donna determinata", hanno preso parte molti personaggi del mondo dello sport ed i compagni di squadra di Cristina dell'Asd Vitamina, la squadra di ciclismo con la quale era impegnata. Lo sport è stata una grande passione per Cristina: prima di salire in sella aveva indossato la maglia della Libertas Volley. Diplomata al Liceo Artistico, era un volto noto del centro storico perchè lavorava come disegnatrice di monili alla gioielleria Ororè di Corso Diaz. Durante il funerale sono state raccolte offerte a favore della cooperativa Lamberto Valli di Forlimpopoli. L'uscita del feretro è stato accompagnato da un lungo applauso. Una tragedia, come ha detto il sacerdote, che evidenzia come la vita sia bella e fragile allo stesso tempo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade di sangue, ancora una tragedia: drammatico schianto sulla via Emilia, un morto

  • Identificato il ciclista forlivese travolto ed ucciso da un suv. Gli amici: "Pedala in cielo"

  • Tira dritto alla rotonda della Tangenziale, si ribalta e distrugge l'auto: vivo per miracolo grazie alle cinture

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Ruba il bancomat alle colleghe di lavoro, paga aperitivi e fa prelievi: incastrato dalla Polizia

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

Torna su
ForlìToday è in caricamento