menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Indagine dell'Asaps: calano gli incidenti e le vittime nei weekend

Nel primo semestre i dati del Servizio Polizia Stradale, relativi all'incidentalità del weekend, evidenziano un andamento ancora positivo rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso

Nel primo semestre i dati del Servizio Polizia Stradale, relativi all'incidentalità del weekend, evidenziano un andamento ancora positivo rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Con una netta inversione di tendenza anche per gli incidenti mortali ai 'dueruotisti'. Lo rileva l'Asaps, l'Associazione sostenitori Polstrada, ricordando che i dati sono riferiti ai soli rilievi fatti dalla Polizia Stradale e dai Carabinieri.

A questi si dovranno aggiungere i dati dei rilievi di incidenti eseguiti dalle Polizie Municipali. Il numero degli incidenti, 16.686, è diminuito rispetto ai 17.297 dello stesso semestre 2012 (-3,5%). I feriti sono passati da 13.257 a 12.250 (-7,6%), i decessi dai 482 del 2012 a 419 nel primo semestre 2013 (-13,1%). I decessi fra i giovani sotto i 30 anni sono passati da 170 nel 2012 a 145 nei primi sei mesi 2013 (-14,7%). Decisamente negativo invece il dato sulla mortalità notturna: da 128 decessi nel primo semestre 2012 a 154 nel 2013 (+20,3%).

Il primo semestre 2013 si contraddistingue anche per una inversione di marcia della mortalità fra i conducenti e trasportati dei veicoli a due ruote, motociclisti in testa: nel 2013 si sono avuti 105 incidenti mortali, contro i 168 dell'anno scorso (-37,5%). Ma in questo caso, secondo l'Asaps, può aver 'aiutato' una primavera molto piovosa. Nei primi sei mesi dell' anno nei week-end hanno perso la vita 38 pedoni (+5,5%), mentre la perdita di controllo del veicolo da parte del conducente raggiunge quota 46,2% del complessivo degli incidenti.

L'Asaps ha anche messo on line sul proprio sito "l'elenco dei sistemi utilizzati in Italia per mettere fuori gioco l'etilometro e vanificare il lavoro delle forze di polizia", riservandosi di aggiornarlo "con l'evoluzione delle furbate". Tra questi: 'ho utilizzato collutorio per l'igiene oralé, 'ho usato medicinali che incidono nei valori alcolemici', 'sono diabetico', non posso soffiare causa: enfisema, asma, insufficienza respiratorià.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento