menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incontro con i quartieri per la sicurezza nella zona della Cervese

Si sono incontrati in assemblea con il vicesindaco, Giancarlo Biserna, i comitati di quartiere di Bagnolo, Borgo sisa, Carpinello-Villa rotta -Castellaccio e Pievequinta-Caserma-Casemurate

Il 19 di ottobre si sono incontrati in assemblea congiunta con il vicesindaco, Giancarlo Biserna,  ed i comitati di quartiere di Bagnolo, Borgo sisa, Carpinello-Villa rotta -Castellaccio e Pievequinta-Caserma-Casemurate. L'incontro è stato coordianto dal presidente di Circoscrizione Giuliano Preda. Al centro del dibattito “una soluzione per la Cervese”. Lo spiegano i coordinatori dei quartieri. “La nostra preoccupazione è che si intraprendano decisioni non concordate, rischiando di sprecare quelle poche e importantissime risorse che la cittadinanza ha a disposizione”

Su questa arteria “è stata individuata una soluzione parziale (progetto della nuova Cervese, tra Carpinello e Casemurate) sulla quale non saranno disponibili fondi per i prossimi anni, causa le difficoltà di bilancio che hanno investito a più livelli le amministrazioni locali. Avendo appreso dall'amministrazione provinciale che questa strada, passata negli anni scorsi da competenza dall'ANAS alla provincia, sarà nei prossimi mesi (si ipotizza un inizio lavori per la primavera/estate 2012) oggetto di un allargamento in sede, abbiamo sollecitato il Comune e i suoi uffici ad una sinergica azione di progettazione, così che tutti gli interventi che i tecnici della provincia inseriranno nel progetto esecutivo siano compatibili al 100% con i futuri interventi che il comune potrà fare”.

“Abbiamo invitato il vicesindaco a farsi portavoce con i responsabili della Provincia in merito al fatto che i lavori debbano interessare, subito dal primo stralcio, il centro abitato di Bagnolo che, se pure investito in futuro dai lavori della nuova tangenziale, non può essere dimenticato in questa prima fase, richiedendo alcuni interventi di messa in sicurezza minimali da concordarsi quanto prima. Il vicesindaco si è reso disponibile a fare operare i suoi uffici nella massima collaborazione con la Provincia, elaborando in sinergia tutti gli interventi, con particolare attenzione a tutti i centri abitati che insistono sulla Cervese, fino al confine con Ravenna, predisponendo progetti che ne garantiscano inanzitutto la sicurezza”.


Inoltre sono state avanzate altre due fondamentali richieste. “La prima riguardante il mantenimento degli impegni sull'ampliamento della scuola materna ed elementare sita in via Giselda a Carpinello, struttura oramai al limite della sua capienza e che ci è stato garantito essere il prossimo intervento di edilizia scolastica prevista dalla pianificazione comunale, se pur qui le tempistiche non possono essere definite con un cronoprogramma preciso ci preme che non si perda l'attenzione sul punto. L'ultimo punto, un allargamento di asfaltatura tra le vie Arbano e Via Sisa, necessario per completare lavori finanziati dalla Circoscrizione anni fa e che senza asfalto ha generato un zona a bordo strada con ghiaia ritenuta pericolosa”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento