menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Scotch per tappare la bocca, schiaffi e ingiurie contro la madre": indagata titolare di una casa famiglia

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Forlì, al termine di un'attività investigativa nata a seguito di una segnalazione dell'Ausl, hanno denunciato a piede libero una 62enne

Un quadro di violenza fisica e verbale nei confronti degli ospiti di una piccola struttura residenziali con 6 ospiti. Per questo è finita nei guai una 62enne. La vittima principale era proprio l'anziana madre della donna, ultraottantenne, secondo le accuse costretta a subire quotidianamente ingiurie e percosse con schiaffi, spinte e strattonamenti per i capelli. Alcune volte la figlia le tappava la bocca con dello scotch, secondo quanto viene spiegato dagli inquirenti. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Forlì, al termine di un'attività investigativa nata a seguito di una segnalazione dell'Ausl, hanno denunciato a piede libero la 62enne, titolare di una casa famiglia per anziani a Forlì, una piccola struttura di accoglienza, nella quale sono presenti sei ospiti che non necessitano di particolari cure mediche.

L'indagine, coordinata dal sostituto procuratore Laura Brunelli, iniziata a febbraio, ha permesso ai detective dell'Arma di appurare presunte reiterate condotte di violenza, fisica e verbale, e di limitazione della libertà personale messe in atto dall’indagata nei confronti degli anziani ospiti della struttura, alcuni dei quali ultranovantenni. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la vittima principale 62enne era l'anziana madre, “costretta – riportano fonti investigative - a subire quotidianamente ingiurie e percosse con schiaffi, spinte e strattonamenti per i capelli”. Ma “alcune volte la figlia le tappava la bocca con dello scotch”.

In altre occasioni, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, alcuni anziani, in assenza di prescrizione medica, “venivano bloccati alle sedie con cinte di contenimento per diverse ore della giornata, limitando così la loro libertà personale”. Alla luce degli elementi raccolti, il giudice per le indagini preliminari Massimo De Paoli ha firmato la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alle persone offese. La 62enne dovrà rispondere a piede libero di “maltrattamenti contro familiari e conviventi”, “lesioni personali aggravate”, “violenza privata” e “sequestro di persona”. Per la gestione della struttura è stata interessata l'Ausl Romagna, che sta svolgendo le dovute verifiche per stabilire le più adeguate misure di assistenza agli anziani ospitati, in collaborazione con i servizi sociali del comune di Forlì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento