menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus e terza ondata, scende l'indice Rt in Emilia Romagna. Bonaccini: "Il picco sembra attenuarsi"

Guarda avanti il presidente della Regione Stefano Bonaccini, che in un post sui social sottolinea i dati in calo (ma restano ancora molto alti i ricoveri e purtroppo i decessi) in Emilia-Romagna

"Il picco della terza ondata sembra attenuarsi". Guarda avanti il presidente della Regione Stefano Bonaccini, che in un post sui social sottolinea i dati in calo (ma restano ancora molto alti i ricoveri e purtroppo i decessi) in Emilia-Romagna. "In Emilia-Romagna l'Rt regionale e' sceso intorno a 1 - evidenzia Bonaccini -. Era a 1,18 nella rilevazione settimanale di venerdi' scorso, a 1,34 due settimane fa all'ingresso dell'intera regione in zona rossa. Un andamento-che contiamo possa avere effetti sui reparti ospedalieri nei prossimi giorni. Nel frattempo, e' indispensabile proseguire a rispettare le regole. Ma una cosa su tutte e' fondamentale: vaccinare di più".

E lo si fara', promette Bonaccini rilanciando le novita' illustrate dal suo assessore alla Sanita' Raffaele Donini, "perche' ci arriveranno oltre 600.000 dosi ad aprile. Si tratta di un quantitativo superiore a quello dei mesi scorsi, caratterizzati da tagli e ritardi inaccettabili nelle consegne. Per questo aumentiamo i punti vaccinali: saranno 124 in Emilia-Romagna, dislocati in tutte le province". Bonaccini conferma dunque la scelta di "accelerare le vaccinazioni per gli over 80, compresi quelli con appuntamento dopo il 15 aprile", visto che le "minori dosi disponibili avevano richiesto un allungamento delle agende".

Gli anziani "non dovranno fare nulla: verranno contattati dalle loro aziende sanitarie per anticipare l'appuntamento". Ma anche sulla fascia d'eta' 75-79 anni "vogliamo andare piu' veloci e iniziare presto a programmare le vaccinazioni per quella immediatamente inferiore, cioe' 70-75enni" Altro obiettivo elencato da Bonaccini, e' "consegnare ai medici di base le 90.000 dosi di AstraZeneca in arrivo da inizio aprile per completare le somministrazioni al personale scolastico e vaccinare i caregiver". Infine, la Regione vuole "arrivare a 20.000 vaccinazioni al giorno, dalle 14-15.000 di media attuali, gia' con le nuove dosi in arrivo. Per poi poterle triplicare quando aumenteranno ulteriormente le consegne di vaccini". (fonte Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento