rotate-mobile
Meteo

Fredda al mattino, calda di giorno e spesso nuvolosa: i vari volti di Forlì per la vivibilità

Nel 2021 il suo indice di vivibilità la pone alla posizione numero 64 su 108 capoluoghi, scalando dodici posizioni rispetto al 2020

Forlì al 64esimo posto tra la città italiana dove si vive meglio dal punto di vista del clima. E' quanto emerge dall'Indice di vivibilità climatica, lanciato da iLMeteo.it e Corriere della Sera e cui hanno lavorato i meteorologi del portale e i redattori del quotidiano. Il progetto fotografa il benessere climatico del nostro Paese grazie alla raccolta e all'analisi dei dati meteo degli ultimi 12 anni di 108 capoluoghi di provincia. L'obiettivo è di rendere accessibili i dati meteo e compilare una classifica complessiva (a disposizione di tutti gli utenti de iLMeteo.it e di Corriere.it), ma anche di sensibilizzare sugli effetti del cambiamento climatico.

Per la realizzazione del progetto iLMeteo.it ha messo a disposizione la sua intera banca dati. Sono stati analizzati 10 milioni di dati del 2021: 7 parametri meteo di partenza - precipitazioni, nubi, temperatura, umidità, vento, pressione, radiazione solare - e 13 indicatori climatici (brezza estiva, confort per umidità, escursione termica, giorni freddi, indice di calore, nebbia, notti tropicali, nuvolosità diurna, ondate di calore, giorni di pioggia, piogge intense, raffiche di vento, ore di sole). Ma vediamo nel dettaglio la situazione per quanto riguarda la città mercuriale. Nel 2021 il suo indice di vivibilità la pone alla posizione numero 64 su 108 capoluoghi, scalando dodici posizioni rispetto al 2020. Ma, guardando l’andamento negli ultimi dodici anni, ci sono state anche annate peggiori. Ad esempio il 2017, quando era tra i fanalini di coda, ovvero al gradino 103. Mentre il miglior piazzamento risale al 2016, quando Forlì si piazzò al 52esimo posto. 

Scavando in profondità, l'escursione termica è un dato negativo della città: in una vita di mezzo tra il mare e la montagna, Forlì obbliga i suoi abitanti a sbalzi di temperature notevoli nel corso della stessa giornata, anche di 12°C. Ed è questo l'indice che segna in negativo la classifica insieme alle giornate condizionate dalla nebbia (98esima posizione con 55 giorni col cielo invisibile). Tra i parametri che rendono poco piacevole il clima forlivese ci sono le giornate caratterizzate da nuvolosità (81esimo posto), umidità (79esima posizione) e ondate di calore (ovvero quando la temperatura supera i 30 gradi, 37esima posizione, ma con l'indice di calore all'81esimo posto). Ed è in crescita il valore della temperatura media, 14,4°C (nel 2019 e 2020 fu di 14,9°C), mentre nel 2010 era di 13,4°C.

Meno nubi e più luce uguale maggiore benessere: Forlì è 62esima per numero di giorni baciati dal sole. Se c’è poi una definizione meteorologica che abbiamo imparato a conoscere nelle ultime estati, è quella delle notti tropicali, in cui le minime tra le 21 e le 8 restano sopra ai 20°C: da questo punto di vista Forlì si pone al 45esimo posto. Dato positivo per quanto riguarda le precipitazioni: la città è al nono posto per quanto riguarda le piogge intense (un solo episodio di nubifragio), mentre si colloca in 29esima posizione per quanto riguarda le giornate piovose (36) e 43esima per siccità (195 giorni senza piogge). Comandano la classifica dei giorni freddi le città con meno giorni sottozero (per giorni freddi si intendono quelli con temperature massime sempre sotto lo zero) e Forlì è al 54esimo posto (uno solo con la massima sotto zero). Per la classifica della brezza estiva, invece, vincono le città con maggiore vento medio che mitiga la calura sempre più opprimente dell’estate italiana: Forlì si pone al 60esimo posto, mentre è 31esima per quanto riguarda i giorni con raffiche di vento.

E il resto della Romagna: Ravenna è al 63esimo posto, mentre Rimini al 53esimo. Ma dov'è la città dove si vive meglio in Italia? E' Imperia, seguita da Savona, Massa e Catanzaro. Mentre Milano è quella che rappresenta meglio i cambiamenti climatici, essendosi riscaldata in media di 1,2°C rispetto a solo 12 anni fa. Un valore davvero notevole che non ha precedenti nella storia climatica meneghina: anche se può sembrare poco, questa piccola variazione si traduce in meno giorni con neve e con la nebbia, mentre in estate fa sempre più caldo, aumentano esponenzialmente le "notti tropicali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fredda al mattino, calda di giorno e spesso nuvolosa: i vari volti di Forlì per la vivibilità

ForlìToday è in caricamento