rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Influenza, al via la campagna di vaccinazione: oltre 37mila dosi a Forlì

La somministrazione del vaccino ai soggetti anziani e agli adulti con patologie croniche sarà a cura dei medici di medicina generale, mentre i bambini con malattie croniche verranno vaccinati dalla Pediatria di Comunità, anche attraverso chiamata attiva degli interessati

“Non farti influenzare, proteggi la tua salute”. Con questo invito parte lunedì in tutto il territorio dell’Ausl della Romagna la campagna annuale di vaccinazione antinfluenzale che il Servizio Sanitario Regionale offre gratuitamente a specifici gruppi di persone per i quali il rischio di complicanze dovute al virus dell’influenza potrebbe essere particolarmente rilevante. La vaccinazione, infatti, è riconosciuta dagli organismi sanitari internazionali come uno dei mezzi disponibili più sicuri ed efficaci per proteggersi dall’influenza. Inoltre vaccinandosi la persona protegge anche chi le sta vicino perché limita la circolazione del virus influenzale.  

Quest’anno l’Ausl della Romagna ha acquistato complessivamente 196.990 dosi di vaccino (34.600 Cesena, 54.490 Rimini, 37.900 Forlì, 70.000 Ravenna). Come gli anni passati, la vaccinazione è consigliata e gratuita per le persone con più di 65 anni, adulti e bambini con malattie croniche, donne in gravidanza, persone impegnate in attività assistenziale (operatori sanitari), adibite a servizi essenziali per la comunità (ad esempio scuola, forze dell’ordine, polizia municipale, vigili del fuoco, trasporti, poste, servizi pubblici essenziali); persone che esercitano attività in contatto con animali (allevatori, veterinari, macellatori..).

Il periodo più opportuno per vaccinarsi è tra novembre e dicembre. Per effettuare il vaccino basta rivolgersi al proprio Medico di Famiglia, al pediatra di libera scelta e ai Servizi vaccinali dell’Ausl della Romagna (vedi elenco sotto riportato). Agli operatori sanitari e socio–sanitari la vaccinazione gratuita viene offerta direttamente dall’Ausl. Anche chi non rientra nelle fasce a rischio può sottoporsi a vaccinazione antinfluenzale: in questo caso il vaccino andrà acquistato in farmacia su prescrizione medica e la somministrazione andrà pagata direttamente al professionista che la esegue. Per prevenire la diffusione dell’influenza sono anche di grande importanza semplici misure di protezione personale e di precauzione: lavarsi spesso le mani; coprirsi naso e bocca ogni volta che si starnutisce o tossisce e poi lavarsi le mani; soffiarsi il naso con un fazzoletto di carta monouso, gettarlo e lavarsi le mani; in caso di sintomi influenzali restare a casa e limitare i contatti con altre persone.

Nella scorsa campagna 2013-2014 i romagnoli vaccinati sono stati complessivamente 182.933 (contro i 174.661 del 2012-13), di cui 142.572 ultra sessantacinquenni, con un tasso di copertura per questa categoria pari al 55,7% a Cesena, al 56,3% a Forlì, al 55,8% a Ravenna e al 52% a Rimini. Un risultato in linea con la media regionale pari al 55,8% e leggermente superiore rispetto alla stagione 2012/2013. Così come in tutta la Regione, un aumento si è registrato anche tra le persone di età inferiore a 65 anni affette da patologie croniche, per le quali è fortemente raccomandata la vaccinazione poiché a rischio di sviluppare complicanze gravi: in Romagna sono 29.079 le persone che sono state vaccinate nella stagione 2013-14 rispetto alle 25.202 della stagione 2012-13.

AMBITO TERRITORIALE DI FORLì - La somministrazione del vaccino ai soggetti anziani e agli adulti con patologie croniche sarà a cura dei medici di medicina generale, mentre i bambini con malattie croniche verranno vaccinati dalla Pediatria di Comunità, anche attraverso chiamata attiva degli interessati. Le Unità Operative ospedaliere di Emodialisi e Malattie Infettive si faranno carico di somministrare direttamente il vaccino antinfluenzale ai propri pazienti. Gli addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo, il personale che lavora negli allevamenti e nei macelli, e i donatori di sangue potranno rivolgersi invece al Servizio di Igiene Pubblica (Via della Rocca, 19 lunedì,  mercoledì, venerdì dalle 8 alle 11 giovedì dalle 14.00 alle 15.30). Ulteriori informazioni possono essere richieste telefonando allo Sportello della prevenzione del Dipartimento di Sanità Pubblica (tel. 0543 733564) attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:00, il giovedì anche dalle 14:30 alle ore 17:00. sito internet: www.ausl.fo.it. E’ inoltre disponibile il numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale 800 033 033, nei giorni feriali dalle 8.30 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 alle 13.30.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Influenza, al via la campagna di vaccinazione: oltre 37mila dosi a Forlì

ForlìToday è in caricamento