Salute

Lotta al morbillo, la campagna dell'Ausl: vaccinazioni per tutta l'estate senza appuntamento

L’obiettivo della campagna è quello di contrastare la diffusione del virus tra gli adulti non immunizzati, alla luce di una crescente circolazione del virus anche in Romagna

Fino al 31 agosto per vaccinarsi contro il morbillo si potrà accedere anche senza appuntamento in tutti gli ambulatori vaccinali dei servizi di Igiene e Sanità Pubblica. Va avanti la campagna di prevenzione dell’Ausl Romagna che invita alla vaccinazione gratuita i giovani adulti che non si sono mai vaccinati o che non hanno ricevuto almeno due dosi di vaccino indispensabili per proteggersi da questa malattia virale acuta altamente contagiosa, che può essere potenzialmente molto pericolosa.

L’obiettivo della campagna è quello di contrastare la diffusione del virus tra gli adulti non immunizzati, alla luce di una crescente circolazione del virus anche in Romagna. "Nel nostro territorio sono particolarmente numerosi gli adulti tra i 30 e i 50 anni potenzialmente suscettibili perché non raggiunti dalle campagne vaccinali nell’infanzia né dall’infezione naturale e proteggersi verso questa malattia è particolarmente importante in questo momento proprio per evitare di ammalarsi", informa l'Ausl Romagna. Per incentivare ulteriormente l’adesione vaccinale, l’Ausl ha invitato tramite Fascicolo sanitario Elettronico e sms i nati nel 1993, 1994 e 1995 che risultano non vaccinati e nei prossimi mesi saranno invitate anche altre coorti d’età. L’accesso senza prenotazione è comunque consentito a tutte le persone non protette.

Il Morbillo non ha età

"Il morbillo non è una malattia dell’infanzia - ricorda l'Ausl -. Le persone non vaccinate possono ammalarsi a qualunque età. Il Morbillo è una malattia virale acuta altamente contagiosa, che esordisce con febbre, congiuntivite e sintomi respiratori ed è seguita dopo 3-7 giorni dalla comparsa di macchie rosso vivo sulla pelle. Il virus viene trasmesso per via aerea attraverso le secrezioni di naso, bocca e gola. Ha un periodo di incubazione variabile da 7 a 18 giorni (in media 10-14 giorni). Sono possibili, e non rare, complicanze quali l’otite media, la polmonite e l’encefalite. A maggior rischio di complicanze sono i bambini molto piccoli, gli immunodepressi e le donne in gravidanza". "Il modo più efficace per prevenire il morbillo è la vaccinazione - viene sottolineato -: è gratuita e protegge anche contro la parotite e la rosolia. Il vaccino infatti contiene i virus vivi attenuati di morbillo, parotite e rosolia. Consiste in due dosi di vaccino inoculato per via sottocutanea o intramuscolare, a distanza di almeno 4 settimane una dall’altra, e conferisce una protezione elevata e duratura nei confronti delle tre malattie".

"Proteggi la tua salute e quella di chi ti sta vicino"

Le persone più vulnerabili (bambini sotto l’anno di età, donne in gravidanza, immunodepressi) spesso non possono essere vaccinate. È sempre possibile vaccinarsi negli ambulatori dei servizi di Igiene Pubblica su appuntamento tramite gli sportelli Cup e Cuptel (800002255), ma per favorire la vaccinazione fino al 31 agosto 2024 sarà possibile anche accedere senza appuntamento in tutti gli ambulatori vaccinali dell’U.O. Igiene e Sanità pubblica.

Per conoscere sedi e orari degli ambulatori è possibile consultare il sito www.auslromagna.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al morbillo, la campagna dell'Ausl: vaccinazioni per tutta l'estate senza appuntamento
ForlìToday è in caricamento