Perde l'equilibrio e cade da un'impalcatura mobile: volo di circa quattro metri

Il fatto è avvenuto lunedì mattina intorno alle 10.30

E' precipitato da un'impalcatura mobile mentre stava effettuando un'operazione di pulizia dei vetri in un'attività commerciale. Infortunio sul lavoro nel cuore della mattinata di lunedì in viale Bologna. Il fatto è avvenuto intorno alle 10.30. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, al vaglio del personale della Medicina del Lavoro, che ha operato insieme ai Carabinieri, l'operaio, un operaio albanese di 38 anni, si trovava ad un'altezza di circa quattro metri su un mezzo pare attivato da un collega di lavoro che operava dal pian terreno. Improvvisamente, durante lo spostamento della torre, l'uomo che si trovava sul ponteggio ha perso l'equilibrio, rovinando per terra. Immediata la richiesta d'intervento ai sanitari del 118, che hanno operato con un'ambulanza, l'auto col medico a bordo e l'elimedica giunta da Ravenna. Fortunatamente il ferito è rimasto sempre cosciente e non è in pericolo di vita. Dopo esser stato stabilizzato, è stato trasportato al Trauma Center dell'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena.

Potrebbe interessarti

  • Sos matrimonio estivo: come vestirsi per essere al top

  • Pulizie approfondite in bagno? Scopri come avere un box doccia splendente

  • Punti neri, bye bye: ecco i rimedi per un inestetismo diffuso

  • Forlì senza glutine: ecco 3 negozi dove puoi acquistare gluten free

I più letti della settimana

  • Tragedia a Mirabilandia, muore annegato un bimbo di 4 anni: abitava nel forlivese

  • Bimbo annegato a Mirabilandia, le telecamere riprendono la scena. S'indaga per omicidio colposo

  • Ha lottato contro una terribile malattia: lo sport forlivese piange Riccardo Turoni

  • Bimbo morto annegato a Mirabeach, la direzione del parco: "Totale supporto alla famiglia"

  • Tempo di pagelle per gli studenti del "Liceo Classico": oltre 300 i bravissimi con la media superiore all'8

  • Bimbo annegato a Mirabilandia, lo sgomento: "Ero vicino a noi a giocare, che brutto destino"

Torna su
ForlìToday è in caricamento