rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca

Morto nel crollo del solaio, due indagati: c'è anche il fratello della vittima

Il pubblico ministero analizzerà i rilievi effettuati dai Carabinieri dell'Ispettorato del Lavoro ed ascolterà testimoni. Sul corpo di Fiorentini non sarà disposta l'autopsia

Continuano le indagini della Procura di Forlì per chiarire le cause che hanno originato il crollo del solaio di un capannone, nel quale ha perso la vita l'imprenditore agricolo 41enne Marco Fiorentini. Il sostituto procuratore Antonio Vincenzo Bartolozzi ha aperto un'inchiesta, iscrivendo nel registro degli indagati il fratello della vittima, contitolare dell'azienda agricola, e il titolare dell'azienda che stava provvedendo alla demolizione del capannone.

L'edificio, secondo un'ordinanza del Comune di Forlì e del Tribunale, doveva esser abolito in quanto erano emerse dell'irregolarità. L'ipotesi è di omicidio colposo aggravato dalle violazioni della sicurezza. Il pubblico ministero analizzerà i rilievi effettuati dai Carabinieri dell'Ispettorato del Lavoro ed ascolterà testimoni. Sul corpo di Fiorentini non sarà disposta l'autopsia.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto nel crollo del solaio, due indagati: c'è anche il fratello della vittima

ForlìToday è in caricamento