Infrastrutture, il Lions Club Forlì Host incontra lo storico Mario Stopani

La serata si pone in continuità con le precedenti dedicate alla rete di collegamento infrastrutturale della città con la Romagna, l’Europa e il mondo, affrontando l’argomento da un punto di vista storico

Giovedì alle 20,15 all'Hotel della Città, il Lions Club Forlì Host incontrerà lo storico Mario Stopani. La serata si pone in continuità con le precedenti dedicate alla rete di collegamento infrastrutturale della città con la Romagna, l’Europa e il mondo, affrontando l’argomento da un punto di vista storico, mostrando come, sin dall’antichità, le principali vie di comunicazione che attraversavano il nostro territorio abbiano unito Forlì all’Europa e al mondo, rendendo la città un rilevante crocevia economico e culturale.

Mario Stopani è il direttore del Centro Studi Romei di Firenze. Fondato nel 1985, presso la Basilica di San Miniato al Monte, il Centro realizza monografie, pubblicazioni periodiche (in particolare la rivista "De Strata Francigena"), mostre e convegni di studio sulle vie di pellegrinaggio nel Medioevo. Il Centro cura la "Bibliografia del pellegrinaggio medievale" su data-base proprio, che attualmente conta oltre 40mila titoli. Ciò che distingue il Centro da altre strutture analoghe è la peculiare attenzione agli itinerari di pellegrinaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • Elezioni, i programmi a confronto in 7 domande uguali per 7 candidati: queste le loro priorità e proposte

Torna su
ForlìToday è in caricamento