rotate-mobile
Il caso / Forlimpopoli

L'inganno amoroso e il doppio suicidio, Le Iene: "Una tragedia nella tragedia, che ci ha lasciato sgomenti"

Teo Mammucari, affiancato da Belen Rodriguez, ha aperto la puntata di martedì sera de "Le Iene" con il suicidio del forlimpopolese di 64 anni

"Una tragedia nella tragedia, che ci ha lasciato sgomenti. Sono giorni che non parliamo d'altro e anche noi non ci sottraiamo a questo dibattito". Teo Mammucari, affiancato da Belen Rodriguez, ha aperto la puntata di martedì sera de "Le Iene" con il suicidio del forlimpopolese di 64 anni, autore dell'inganno amoroso online ai danni di un giovane forlivese di 24 anni, Daniele, che a sua volta si era tolto la vita impiccandosi, il 23 febbraio dello scorso anno nella sua abitazione a Forlì.

La trasmissione ha affrontato gli ultimi drammatici aggiornamenti con un servizio di Matteo Viviani, la "iena" che aveva portato alla ribalta la vicenda che ha travolto Daniele. Il giovane si era innamorato di una ragazza, "Irene Martini", conosciuta sui social; ma dopo oltre un anno di messaggi si era reso conto che la fantomatica Irene non era mai esistita e che dietro quel profilo si nascondeva un'altra persona, fino al crollo.

La vicenda, ha sottolineato Viviani, "ha scatenato un enorme interesse nell'opinione pubblica, ma nel frattempo abbiamo continuato a lavorare, perchè purtroppo la storia non era finita li. Dopo la morte di Daniele altri ragazzi avevano iniziato a chattare con questa finta Irene, mettendoci in contatto con loro per sapere come stavano". Una testimonianza, con voce camuffata, parla di "persona possessiva, che cercava sempre il contatto per messaggio. Ho capito che poteva essere anche un fake e ho lasciato perdere". 

Ma per un altro ragazzo, a quanto pare, Irene aveva rappresentato qualcosa in più. "Ci scrivevamo fino alle 2, come una relazione quasi seria, perchè non vedevo l'ora di vederla", è l'altra testimonianza raccolta da Viviani. Poi domenica mattina la trasmissione ha ricevuto il messaggio da parte dell'avvocato che tutela la famiglia di Daniele e che annunciava il suicidio del 64enne. 

"Una tragedia nella tragedia, che non solo non ci lascia indifferenti, ma che ha colpito tutti noi - ha evidenziato Viviani -. Perchè a prescindere dalla lettura che ognuno di noi può fare di questa storia si sta parlando della vita di un uomo, che a causa di un meccanismo perverso, tipico del catfishing, si era legata a quella di un altro uomo, seguendo lo stesso tragico destino". La "iena" ha ricordato di aver raccontato altre simili vicende, "ma che fortunatamente non hanno avuto lo stesso epilogo".

E quindi la chiosa: "Il catfishing è un fenomeno molto più ampio e pericoloso di quel che si possa immaginare e le vittime sono sempre i soggetti più deboli, quelli che dovrebbero essere maggiormente tutelati. Attorno a questo problema stiamo vivendo un vuoto normativo? E soprattutto abbiamo gli strumenti per proteggere le persone più a rischio? Perchè nel nostro ordinamento è previsto il reato di sostituzione di persona, ma siamo sicuri che sia sufficiente?".

Il servizio cita anche l'apertura dell'inchiesta sulla morte del 64enne a carico di ignoti, ma senza fare ulteriori commenti. "Sicuramente torneremo ad occuparci di catfishing, perchè imparare a riconoscere il problema è il primo passo per evitarlo", conclude Viviani.

mammuccari-belen

Nella foto da sinistra Belen Rodriguez con Teo Mammucari

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inganno amoroso e il doppio suicidio, Le Iene: "Una tragedia nella tragedia, che ci ha lasciato sgomenti"

ForlìToday è in caricamento