Inserimenti all'asilo nido ritardati fino ad ottobre? Il Comune: "Accadeva anche prima del Covid"

La protesta arriva da un lettore che segnala il suo caso indicando quello che definisce un “disservizio degli asili nido comunali di Forlì che crea numerosi disagi"

Negli asili nido gli inserimenti dei bambini procederà a rilento. La protesta arriva da un lettore che segnala il suo caso indicando quello che definisce un “disservizio degli asili nido comunali di Forlì che crea numerosi disagi: gli inserimenti sono stati rimandati anche a fine ottobre, con un preavviso pressoché nullo”. Per i bambini più piccoli la fase dell'inserimento è particolarmente delicata: il bambino, infatti, deve percepire il nuovo ambiente dell'asilo come un prolungamento di quello di casa, per cui un genitore resta presente nei primi giorni, diminuendo gradualmente la sua presenza poco alla volta.

Alla segnalazione replica l'assessore alla Scuola del Comune di Forlì Paola Casara: “Ho fatto una verifica con la dirigente per questa segnalazione e mi hanno confermato che anche prima del Coronavirus gli ultimi inserimenti venivano effettuati a ottobre. E' un'operazione che deve di suo essere graduale. Con la norma che ci impone di evitare assembramenti la compresenza dei genitori deve essere per forza di cose diradata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • La sciagura del ciclista ucciso, "Era generoso e scherzoso". L'automobilista indagata per omicidio stradale

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento