Commercio, i social decisivi durante l'emergenza: "Senza una strategia di marketing online si è destinati a sparire"

Non essere presente su piattaforme come Facebook o Instagram è come per un negozio non avere l'insegna: c'è ma nessuno lo sa. A questo proposito abbiamo parlato con Lorenzo Franchini, un giovane forlivese, Social Media Manager e Art Director di professione

L'emergenza coronavirus ci ha fatto capire più che mai quanto sia importante restare in contatto con gli altri. A darci una mano in questo senso è stata la tecnologia che, oltre a rafforzare i rapporti sociali, ha reso possibili quelli economici e lavorativi. Se prima le aziende o le attività economiche potevano permettersi di non essere su internet o di non promuoversi tramite i Social network, ora, dopo questa emergenza, è chiaro a tutti che non è più possibile. Non essere presente su piattaforme come Facebook o Instagram è come per un negozio non avere l'insegna: c'è ma nessuno lo sa. A questo proposito abbiamo parlato con Lorenzo Franchini, un giovane forlivese, Social Media Manager e Art Director di professione, che lavora tra Forlì e Milano e si occupa di creare strategie per promuovere le aziende sui social network.

Le aziende e i negozi sono pronti a promuoversi sui Social?
Già prima le aziende più attente e all’avanguardia si erano dotate di un profilo sui Social e avevano studiato il tipo di comunicazione più adatta per i propri utenti. Questa emergenza ha di fatto accelerato un percorso già avviato. Ora, tutti, anche i negozi più piccoli, hanno capito quanto sia importante essere presenti sui Social e sapere comunicare in maniera efficace i propri servizi, ma anche la propria mission. 

Quindi anche il negozio più sperduto della valle?
Sì, anche quello. Abbiamo visto come sia importante comunicare le proprie offerte, i propri punti forti, che possono essere nuovi servizi di delivery, o un e-commerce da affiancare alla vendita diretta. Sono tutte azioni che si possono fare raggiungendo i potenziali clienti tramite i Social network e internet, permettendo ad una realtà locale di sopravvivere a questo momento di difficoltà.

Ci può fare degli esempi?
Per esempio, durante l'emergenza, mi sono occupato di come riconvertire l’offerta dei servizi Online di due realtà forlivesi: da un lato una palestra, dall’altro un negozio di abbigliamento. Oltre che di promozione in questo caso parlerei anche di informazione: tramite una campagna mirata sui Social abbiamo mantenuto il rapporto con i clienti o gli abbonati della palestra, attivando degli interventi mirati a coinvolgere ed intrattenere. Nel caso della palestra abbiamo fatto allenamenti in diretta Instagram giornalmente, oppure mandato video privatamente agli abbonati. Nel caso del negozio abbiamo ricreato virtualmente la disponibilità dei capi su Instagram e dato la possibilità di acquistare attraverso questo canale, facendosi consegnare il prodotto direttamente a casa. Entrambe le operazioni hanno funzionato in termini di conversione, ma soprattutto hanno mantenuto attivo il rapporto con gli utenti.

Visto che si prospetta un periodo di crisi, questo tipo di attività sui Social può essere un modo per incrementare l'attività concretamente?
Io posso dare una valutazione su quello che ho visto in questi anni di professione e mi sento di dire che risultati arrivano, non sono immediati, ma lavorando sull’immagine ed un’efficace comunicazione, piano piano arrivano. Inoltre, come dicevamo prima, non è più possibile non essere sui Social, e bisogna farlo nella maniera adeguata, investendo sulla formazione di figure professionali interne o avvalendosi di consulenti esterni. Non si può più rimandare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento