Cronaca

Investimento mortale sulla linea Adriatica: ritardi fino a 3 ore e nove treni cancellati

Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine per i rilievi di legge disposti dall'autorità giudiziaria

Treni in ritardo fino a 120 minuti. Sono le conseguenze di un investimento mortale di una persona da parte del treno Frecciabianca  8814 Lecce-Milano avvenuto nella tarda mattinata di martedì, intorno alle 12.45, nella tratta riminese della linea Adriatica, tra le stazioni di Santarcangelo di Romagna e Rimini. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine per i rilievi di legge disposti dall'autorità giudiziaria. A seguito dell'incidente Trenitalia ha disposto la riprogrammazione della circolazione, con deviazioni di percorso e allungamento dei tempi di viaggio. I treni hanno ripreso a viaggiare intorno alle 15 su un solo binario e alle 15.40 su entrambi.

I passeggeri del Frecciabianca 8814 Lecce – Milano, direttamente coinvolto nell’investimento, hanno proseguito il viaggio a bordo di un altro Frecciabianca inviato appositamente da Bologna non appena ottenuto il nulla osta a circolare esono ripartiti con 3 ore e 50 minuti di ritardo. I convogli in viaggio hanno subìto ritardi fino a 3 ore. Una Freccia e cinque treni regionali sono stati limitati nel percorso, un treno passeggeri nazionale e otto Regionali sono stati cancellati. Nella stazione di Santarcangelo, dove il treno fermatosi in linea dopo l’investimento era stato autorizzato ad arrivare, i viaggiatori sono stati assistiti e informati da personale Trenitalia. Distribuiti anche circa 600 kit con acqua e altri generi di conforto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investimento mortale sulla linea Adriatica: ritardi fino a 3 ore e nove treni cancellati

ForlìToday è in caricamento