Irst, le nomine / Meldola

Irst Irccs di Meldola, si rinnovano i vertici: Fabrizio Miserocchi succede al prof Renato Balduzzi alla presidenza del cda

L’assemblea dei soci ha provveduto, a fronte della naturale scadenza del mandato, alla nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione dell'istituto, della presidenza e della Direzione generale. Gli incarichi avranno durata triennale

Rinnovati gli organi di vertice dell’Istituto Romagnolo per lo Studio dei Tumori “Dino Amadori” Irst Irccs. L’assemblea dei soci, riunitasi giovedì, ha infatti provveduto, a fronte della naturale scadenza del mandato, alla nomina del nuovo consiglio d'amministrazione dell’Istituto, della presidenza e della Direzione generale. Gli incarichi avranno durata triennale. Si conclude dopo nove anni il mandato del professor Renato Balduzzi: a raccogliere il testimone della presidenza del consiglio d'amministrazione è Fabrizio Miserocchi, direttore generale dello Ior. 

Nel solco dell’alto profilo e del valore professionale, la nuova composizione del consiglio d'amministrazione, organo cui spettano funzioni di coordinamento strategico e, nel rispetto degli indirizzi stabiliti dalla programmazione regionale e territoriale, l’individuazione degli obiettivi chiave: membri rappresentativi la componente societaria pubblica sono, per la Regione Emilia-Romagna, Savino Iacoviello (già Direttore Amministrativo dell'Ausl Romagna e Ausl Ferrara) e la professoressa Mirella Falconi (coordinatrice del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e chirurgia, Università di Bologna); per l'Ausl Romagna e Comune di Meldola Alice Parma (sindaco del Comune di Santarcangelo). Lato privato, per Istituto Oncologico Romagnolo - Ior e Fondazioni bancarie, Fabrizio Miserocchi e Luca Zambianchi (responsabile Day Hospital Oculistico Ospedale Privato "Villa Igea").

Il nuovo assetto consigliare succede a quello in carica nel corso dell’ultimo triennio, presieduto dal prof. Renato Balduzzi e composto da Marzia Cavazza, dal professor Angelo Paletta, da Gloria Lisi e da Giorgio Maria Verdecchia. Così come definito dallo Statuto, l’Assemblea ha contestualmente provveduto alla nomina, su indicazione dei soci di parte privata, Miserocchi quale presidente del consiglio di amministrazione. In occasione dell’insediamento del nuovo CdA, assumerà il ruolo anche  Lorenzo Stefano Maffioli, nuovo direttore generale designato congiuntamente dalla componente societaria pubblica. Confermata la composizione del Collegio sindacale con Patrizia Preti nel ruolo di presidente, membri effettivi Davide Bucchi e Massimo Moscatelli.

“Termina, dopo nove anni, il mio servizio all’Irst di Meldola, luogo e territorio davvero straordinari, dove fui chiamato nel 2014 dall’insistenza dell’indimenticabile prof. Dino Amadori e dell’allora presidente della Regione Vasco Errani - commenta il professor Renato Balduzzi -. Un grazie e un auspicio. Il grazie va a tutto il personale dell’Istituto e alla sua dirigenza, oltre che naturalmente ai soci pubblici e del privato sociale. L’auspicio è che, pure in una situazione non facile per l’intero sistema sanitario, non venga dispersa la specificità di un istituto, dovuta all’intuizione forte del suo fondatore, di collegare ricerca traslazionale e assistenza in campo oncologico attraverso un modello virtuoso di collaborazione pubblico-privato".

"Saluto l'Irst con la riconoscenza di chi sa di aver ricevuto tanto, sia dal punto di vista professionale sia umano – aggiunge Giorgio Martelli, direttore generale uscente -. Sono stati otto anni davvero intensi, attraversati da momenti complessi e grandi traguardi. Porterò con me soprattutto l’entusiasmo e la caparbietà che sono proprie della ricerca medica e il forte senso di appartenenza e la coesione che sono il vero tratto caratterizzante di questo Istituto, in tutte le sue componenti. Tenterò di ringraziare personalmente tutte le colleghe e i colleghi che mi hanno accompagnato e con cui ho collaborato – mando un abbraccio a chi non riuscirò – ma nel frattempo mi piacerebbe arrivassero la mia stima e il mio affetto a tutti i nostri pazienti e ai loro cari, ai tantissimi volontari che ho avuto il privilegio di incontrare, a chi ha voluto sostenere le nostre attività con donazioni e lasciti. Il mio ultimo pensiero, che è anche un impegno a perseguirne lo spirito, va al caro professor Dino Amadori: conoscerlo, poterlo avere come maestro, aver avuto l’occasione di far parte di questo suo splendido progetto, un Istituto in grado di offrire i massimi livelli di cura ed essere promotore di ricerche d’avanguardia per un intero territorio, sono stati un onore e una grande fortuna”. 

Biografie

Fabrizio Miserocchi, nato a Rimini nel 1967, ricopre il ruolo di Direttore Generale dell'Istituto Oncologico Romagnolo dal 2014 a oggi. Laureato in Economia, con master alla Bocconi, lavora da anni nel mondo del no profit e della comunicazione, prima di approdare allo IOR ha svolto per sette anni il ruolo di responsabile del Fundraising della Comunità di San Patrignano.

Lorenzo Stefano Maffioli, nato a Como nel 1961, dal 2019 è Direttore Sanitario dell'Azienda Socio Sanitaria Territoriale (Asst) Settelaghi di Varese. In precedenza ha ricoperto la stessa posizione presso l'Auskl di Biella. È specialista in Medicina Nucleare ed Endocrinologia Sperimentale. Ha esperienze in Asst Milano come Direttore dell’Unità Complessa di Medicina Nucleare, nell’ospedale di Legnano e al coordinamento dell’Ambulatorio interdipartimentale di Patologia tiroidea. Dal 2014 al 2017 ha diretto il Dipartimento interaziendale provinciale oncologico e dal maggio 2017 a giugno 2018 ha guidato, inoltre, il Dipartimento Cancer Center. Docente di Medicina Nucleare (Scuola di Specializzazione in Medicina Nucleare – Università degli Studi di Milano) è relatore in numerosi Corsi, Convegni e Congressi, nonché autore-coautore di varie pubblicazioni su riviste scientifiche (300 pubblicazioni circa). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irst Irccs di Meldola, si rinnovano i vertici: Fabrizio Miserocchi succede al prof Renato Balduzzi alla presidenza del cda
ForlìToday è in caricamento