menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Ruffilli vuole rilanciare la sezione agraria a Forlì dopo oltre vent'anni: già scelta la sede

L'immobile, che si trova in via Del Canale, viene esplicitato nella delibera di giunta, è inutilizzato da circa tre anni

L'Istituto Professionale Ruffilli ha presentato la proposta di avviare il nuovo indirizzo "Agricoltura, sviluppo rurale, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montane" a partire dal prossimo anno scolastico. E l'amministrazione comunale ha già individuato nell'edificio che in passato ha ospitato la scuola elementare di Roncadello la sede. L'immobile, che si trova in via Del Canale, viene esplicitato nella delibera di giunta firmata il 19 novembre scorso, è inutilizzato da circa tre anni. Nella delibera approvata si ripercorrono le tappe della riqualificazione dell'edificio: il 21 dicembre dello scorso anno l'ex giunta Drei aveva approvato il progetto definitivo relativo a lavori di manutenzione straordinaria sull'edificio con l'intenzione di variarne la destinazione d'uso per realizzare un centro socio-educativo, finanziando le opere necessarie ad una riqualificazione interna dei locali e relativi servizi. Il 21 maggio scorso sempre la vecchia giunta aveva riconfermato la destinazione e autorizzato il trasferimento nella struttura di via Del Canale della comunità educativa residenziale “Casa degli Aquiloni”, gestita dalla “Cooperativa Sociale Butterfly Onlus”, al termine dell'esecuzione dei lavori programmati. I lavori non sono stati ancora affidati e realizzati. 

Nel frattempo l'Istituto Professionale Ruffilli ha avanzato al Comune la disponibilità di un'immobile che ospitasse l'indirizzo "agricoltura". La nuova amministrazione guidata dal sindaco Gian Luca Zattini ed i tecnici del Comune l'hanno individuato nell'ex sede della scuola elementare, ritenendolo "idoneo per caratteristiche strutturali e funzionali (fatto salvo per alcuni lavori di adeguamento e manutenzione straordinaria preliminarmente necessari), sia un vicino appezzamento di proprietà comunale da destinare alle connesse attività didattiche pratico-sperimentali". Il nuovo indirizzo sarà istituito dall'anno scolastico 2020-2021. La scuola potrà usufruire anche di un vicino appezzamento di terreno. La giunta comunale riunitasi nei giorni scorsi ha pertanto dato il via libera al progetto, revocando la precedente decisione sull'uso dell'immobile. In merito ai lavori approvati il 21 dicembre 2018, "sarà necessario modificare il progetto al fine di realizzare i minimali lavori di adeguamento e manutenzione straordinaria funzionali al nuovo insediamento, con la disponibilità ad eseguire l'intervento con onere a carico del Comune di Forlì, tenuto conto dei molteplici vantaggi per il territorio indicati in premessa e rinviando quindi a successivi provvedimenti l'approvazione del progetto e i conseguenti atti contabili". 

Nella delibera viene dato mandato al dirigente del Servizio Edifici Pubblici "di redigere il progetto dei suddetti lavori, con utilizzo di parte delle risorse finanziare già stanziate per il precedente intervento sul medesimo immobile, affinché l'intervento possa venire eseguito ed ultimato entro l'estate del 2020, così da permettere il puntuale avvio della struttura nell'anno scolastico 2020-2021". "Il trasferimento - viene specificato - sarà subordinato alla conclusione dei lavori, nonché al rilascio di una nuova autorizzazione al funzionamento da parte degli enti competenti". La concessione sarà ad uso gratuito, viene comunicato, "tenuto conto dei già richiamati vantaggi per il territorio e della pubblica utilità dell'attività scolastica da insediare e dei vantaggi socio economici derivanti, nell’ottica della migliore ponderazione dell’interesse pubblico, nel pieno rispetto delle normative vigenti, così come sarà meglio dettagliato negli atti conseguenti e necessari". 

I sindacati

Commenta Pier Francesco Minnucci, segretario generale Flc Cgil Forlì-Cesena: "Sosteniamo la proposta relativa alla richiesta di avviare dal prossimo anno scolastico il nuovo indirizzo Agricoltura all'Istituto Professionale "Ruffilli". La richiesta arriva dal territorio forlivese che, a distanza di più di venti anni dalla chiusura dell'Istituto per l'Agricoltura di Villafranca, con forza e con l'autorevole voce delle associazioni di categoria e sindacali chiede che venga riattivata entro i suoi confini l'opportunità per i giovani di avvicinarsi al mondo agricolo. L'Istituto verrebbe ospitato nella sede della ex scuola elementare di Roncadello messa a disposizione unitamente a un terreno dal Comune di Forlì. La collocazione nella zona a nord del Comune capoluogo in cui oltre a tante aziende agricole sono presenti eccellenze del settore agroalimentare, vitivinicolo, vivaistico, della coltivazione biologica. L’istituzione del nuovo indirizzo, quindi l’ampliamento dell’offerta formativa, darebbe al Ruffilli la concreta possibilità in un orizzonte temporale medio breve importante di aumentare le iscrizioni e allontanare, forse definitivamente, il rischio del dimensionamento. In questo percorso è da tempo che si è avviata un’interlocuzione nel territorio e con l’istituzione scolastica le cui componenti, tutte, sono d’accordo sull’avvio di questo percorso che avrebbe importanti riflessi sull’economia del territorio". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento