Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Italia campione d'Europa, festa senza disordini. Ma per tanti la mascherina è stata un tabù

A differenza dei festeggiamenti per la vittoria contro la Spagna, che ha portato la Nazionale dritto alla finalissima di Wembley poi vinta ai calci di rigore contro l'Inghilterra, non sono stati segnalati episodi di vandalismo

Gli ultimi "schiamazzi" di gioia sono proseguiti oltre le 2 di notte. E la decisione di pedonalizzare Piazzale della Vittoria e Corso della Repubblica ha evitato problemi d'ordine pubblico. I festeggiamenti a Forlì per la vittoria dell'Italia di Roberto Mancini agli Europei di calcio sono filati senza particolari problematiche. Il cuore nevralgico della folla esultante, davanti alle maestose statue delle tre vittorie alate, è stato presidiato da Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Locale ed operatori sanitari del 118 e della Croce Rossa.

A differenza dei festeggiamenti per la vittoria contro la Spagna, che ha portato la Nazionale dritto alla finalissima di Wembley poi vinta ai calci di rigore contro l'Inghilterra, non sono stati segnalati episodi di vandalismo. Qualche eccesso per potenti petardi e qualcuno che si è arrampicato anche sui lampioni, ma non vi sono stati feriti. L'area del piazzale è stata cinturata e vietata alle auto, con la folla che ha potuto sfogare tutta la propria gioia in sicurezza dopo la lotteria dei calci di rigore. Sventolio di tricolore, cori e trombette hanno animato la festa oltre le 2.

"Siamo contenti per gli esiti dei festeggiamenti - afferma il vicesindaco con delega alla Sicurezza, Daniele Mezzacapo -. E' andato tutto bene e non ci sono stati motivi di preoccupazione. Con la Polizia Locale siamo stati impegnati con cinque pattuglie, che hanno affiancato Polizia di Stato e Carabinieri secondo le disposizioni del questore Lucio Aprile. Non ci sono stati feriti". Positiva quindi la decisione di pedonalizzare Piazzale della Vittoria: "Siamo giunti a questa decisione dopo un confronto al tavolo del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica a trovare una buona soluzione che ci ha consentito di evitare problemi". E alle prime luci dell'alba di lunedì si è proceduto anche ad un intervento di pulizia straordinaria nell'area maggioramente interessata dalla grande euforia azzurra.

VIDEO - La grande festa in Piazzale della Vittoria

La mascherina

Il Comune di Forlì aveva lanciato un appello alla responsabilità in vista della finale, a cominciare dal rispetto delle normative anti covid. Ma è stato sotto l'occhio di tutti che in tanti non avevano il viso coperto dalla mascherina ed inevitabilmente vi sono stati anche situazioni di assembramento. Scene commentate senza non poca amarezza dagli internauti di Facebook. "Si poteva festeggiare anche a casa o almeno mantenendo le adeguate precauzioni per evitare il contagio", scrive ad esempio Sofia a commento di uno dei video pubblicati in diretta sulla pagina social di ForliToday durante i festeggiamenti.

"Ed a settembre ci chiudono", è la sentenza invece di Grazia. "Poi vediamo fra due mesi quando ci rinchiudono di nuovo in casa", le fa eco Davide. Insomma festeggiamenti che non tutti hanno gradito. Un appello alla responsabilità che non tutti hanno recepito. Il tutto in attesa di conoscere le possibili ripercussioni tra qualche settimana nei numeri dei consueti bollettini quotidiani sull'andamento dell'epidemia da covid-19.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia campione d'Europa, festa senza disordini. Ma per tanti la mascherina è stata un tabù

ForlìToday è in caricamento