Cronaca

Italia campione d'Europa: Forlì esplode di gioia, caroselli in Piazzale della Vittoria

L'italia è campione d'Europa. Un'immensa nazionale, che ha regalato il titolo che mancava dal 1968

Ore 23.54 di domenica 11 luglio. Un orario, una data che rimarrà nella storia del nostro Paese. L'italia è campione d'Europa. Un'immensa nazionale, quella orchestrata dal ct Roberto Mancini, che ha regalato il titolo che mancava dal 1968. Subito anche a Forlì è esplosa la festa a suon di clacsonate, caroselli, sventolio di bandiere, trombette, cori, petardi e fuochi pirotecnici anche nei quartieri. Fin da subito si sono formati incolonnamenti in direzione di piazzale della vittoria, chiuso alle auto, polo nevralgico dei festeggiamenti. Per motivi di sicurezza sono stati interdetti gli accessi, con pattuglie delle forze dell'ordine a coordinare il flusso di mezzi. "Siamo noi, siamo noi, i campioni dell'Europa siamo noi", uno dei tanti cori cantati dalla folla esultante. Che ha continuato nei festeggiamenti ben oltre le 2.

 "Dopo i tristi episodi di martedì scorso la scelta di chiudere l’accesso alle auto in piazzale della Vittoria si è dimostrata vincente - sono le parole del consigliere comunale della Lega, Albert Bentivogli -. Riservare uno spazio ampio e centrale della città solo ai pedoni ha permesso ai tantissimi forlivesi presenti di festeggiare con sicurezza e sano entusiasmo. Una marea di tricolori sventolanti ha riempito buona parte del piazzale. Voglio ringraziare le forze dell’ordine per il presidio e controllo prestato fino a tarda notte. Abbiamo dimostrato che si può festeggiare tutti assieme con rispetto ed educazione".

Qualcosa d'incredibile, maturato dopo un primo tempo di sofferenza. Al gol a freddo di Shaw, gli azzurri hanno trovato forza e coraggio, pareggiando meritatamente al 67' con Bonucci. Dopo i tempi supplementari, la lotteria dei rigori: Berardi e Kane fanno centro, Belotti se lo è fatto parare da Pickford, Maguire l'ha messa sotto l'incrocio. Bonucci ha insaccato, Rashford ha spiazzato Donnarumma, ma è stata calciata sul palo. Poi Bernardeschi ha riportato avanti gli azzurri, poi Donnarumma è stato magistrale su Sancho. Deluse le attese sul rigore di Jorginho, ma poi l'ultimo rigore di Saka è stato murato da Gigio. Italia è campione d'Europa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italia campione d'Europa: Forlì esplode di gioia, caroselli in Piazzale della Vittoria

ForlìToday è in caricamento