Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

L'aeroporto non rinnova 16 lavoratori al termine della stagione estiva

Dal 1 settembre, infatti, con la scadenza dei contratti a fine agosto 16 addetti che lavoravano al "Ridolfi" hanno visto cessare la loro attività

L'aeroporto Ridolfi di Forlì riduce il personale. Dal 1 settembre, infatti, con la scadenza dei contratti a fine agosto 16 addetti che lavoravano al "Ridolfi" hanno visto cessare la loro attività, si tratta di 8 dipendenti a contratto determinato e altri 8 in somministrazione, in parte presi ad hoc per la stagione estiva, che ha visto una presenza di voli di una certa intensità, in parte rinnovati da quando lo scalo aveva riaperto e quindi destinati, con il progredire della crescita aziendale, ad essere stabiizzati. 

L'uscita di questi lavoratori, collegata alla scadenza dei termini, non è stata seguita direttamente dai sindacati che tuttavia nei precedenti incontri con la società di gestione FA avevano richiesto precedenza di questi lavoratori, già formati, in caso di nuove assunzioni. A determinare la scelta di non prorogare questi addetti c'è anche il quadro generale economico e della pandemia che non favorisce allo stato attuale il traffico aereo e il turismo, specialmente quello internazionale. Chiudendosi inoltre anche la stagione dei trasferimenti per turismo (l'aeroporto serviva mete come la Grecia) si andrà ad una rimodulazione degli arrivi e delle partenze e non si prevedono ad ora ulteriori espansioni. Da qui la scelta di ridurre il personale in forza al Ridolfi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'aeroporto non rinnova 16 lavoratori al termine della stagione estiva

ForlìToday è in caricamento