menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Aifa sospende le vaccinazioni con AstraZeneca. Donini: "Attendiamo una decisione definitiva per proseguire il piano vaccinale"

. Anche in Emilia-Romagna sono sospese in via precauzionale e temporanea le vaccinazioni con AstraZeneca contro il Covid19

L'Agenzia italiana del farmaco Aifa ha deciso di estendere in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell'Ema, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid19 su tutto il territorio nazionale. "La decisione della sospensione delle somministrazioni del vaccino Astrazeneca, per ragioni esclusivamente precauzionali, da parte di Aifa è stata assunta dopo un colloquio tra il Presidente del Consiglio Mario Draghi e il Ministro della Salute Roberto Speranza. Durante la giornata Speranza ha avuto colloqui con i ministri della Salute di Germania, Francia e Spagna", spiegano fonti del Ministero della Salute.

"Le scelte compiute e condivise oggi dai principali Paesi europei su Astrazeneca sono state assunte esclusivamente in via precauzionale in attesa della prossima decisiva riunione di Ema. Abbiamo fiducia che già nelle prossime ore l'agenzia europea possa chiarire definitivamente la questione", afferma il Ministro della Salute, Roberto Speranza. Tale decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei come Germania e Francia.

In Romagna le dosi di vaccini Astrazeneca, secondo i dati dell'Ausl Romagna, aggiornati a lunedì 8 marzo, erano 29.810 in giacenza, mentre era erano 12.548 le dosi già inoculate, ma molte della giacenze sono state somministrate nell'ultima settimana alle categorie degli insegnanti e dei membri delle forze dell'ordine, pari al 42% di fiale utilizzate rispetto allo stock. Nella prima giornata di vaccinazione diretta agli over 75, lunedì mattina, è stata proposta la vaccinazione con Astrazeneca con date possibili già dai prossimi giorni.

L'Agenzia italiana del farmaco comunica che renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, "incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose". "Il rapporto tra benefici e rischi" per il vaccino anti-Covid di AstraZeneca "è considerato positivo e non vediamo alcun problema nel proseguire le vaccinazioni utilizzando questo vaccino", ha detto Marco Cavaleri, responsabile per la strategia vaccinale dell'Ema, in audizione all'Europarlamento.

"Stiamo esaminando i dati e gli eventi letali riportati per tentare di capire se ci sono cluster specifici di casi" legati "a certi tipi di patologie o allo status medico dei soggetti", ha aggiunto Cavaleri, sottolineando che finora non vi sono evidenze che "dimostrino un rischio emergente che influenzi il rapporto benefici/rischi". "Mi auguro - ha commentato l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini - che il Governo e la comunità scientifica italiana e europea giungano al più presto ad una determinazione definitiva che garantisca la prosecuzione del piano vaccinale in modo efficace e nella massima sicurezza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento