L'archeologia al centro di un convegno a Galeata

Il convegno sarà aperto, alle ore 9.30, dal intervento di Michele Truppi, Commissario straordinario del comune di Galeata, e proseguirà poi con i saluti di Sveva Savelli

Sabato al teatro comunale, il comune di Galeata in collaborazione con il Dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna e la Soprintendenza per i beni archeologici dell’Emilia-Romagna, ha organizzato una presentazione dei risultati della campagna di scavo archeologico, che si è svolta nell’estate del 2012 e che si è carattererizzate per importanti scopete che porteranno ad una comprensione più chiara delle fasi romane e tardoantiche della Villa di Teodorico a Galeata.

Il convegno sarà aperto, alle ore 9.30, dal intervento di Michele Truppi, Commissario straordinario del comune di Galeata, e proseguirà poi con i saluti di Sveva Savelli, in rappresentanza della Soprindentenza per i beni archeologici dell’Emilia-Romagna e con i contributi d Catia Collinelli, responsabile dell’ufficio cultura Zona Due Valli - Comuni di Galeata, Santa Sofia e Premilcuore, che si concentrerà sui progetti di valorizzazione culturale che il Comune ha messo in campo in stretta collaborazione con Soprintendenza e Università, volti alla promozione turistica del territorio, e Caterina Mambrini (direttrice del Museo civico “Mons. Domenico Mambrini” di Galeata), che presenterà al pubblico le attività museale nel biennio 2011-2012.

L’incontro proseguirà poi con la relazione di Riccardo Villicich (Università di Bologna – Dipartimento di Archeologia), che relazionerà sulle inportanti scopete della campagna di scavo 2012, fra cui un pavimento musivo, perfettamente conservato, di una grande sala ottagonale databile al periodo teodoriciano (fine V - inizi VI secolo d.C.). Chiuderà la manifestazine Sandro De Maria, professore ordinario di Archeologia classica presso l’ateneo bolognese e direttore, dal 1998, delle ricerche archeologiche nel sito galeatese..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento