"L’Europa sul sofà": parte un ciclo di conferenze per rimanere aggiornati sulle politiche della Ue

Il Punto Europa di Forlì festeggia la nuova collaborazione con il network Euractiv: "Solidarietà e cooperazione sono valori che ci accomunano"

Ideato ed organizzato dal Punto Europa di Forlì – Centro di eccellenza Jean Monnet per gli studi europei e centro di documentazione europea, attivo all’interno del Campus forlivese dell’Università di Bologna - il ciclo di conferenze online "L’Europa sul sofà" a partire da giovedì 21 maggio sarà realizzato in collaborazione con Euractiv-Italia, il nodo italiano di una rete di informazione transeuropea inaugurato dal Centro studi, formazione, comunicazione e progettazione sull’Unione Europea e la global governance (CesUE). Il network Euractiv è presente in vari Paesi in 13 lingue ed è uno dei maggiori tentativi di costruire media pan-europei. Si tratta quindi di un nuovo strumento gratuito di informazione europea a disposizione dei cittadini, con cui il Punto Europa auspica di avviare una collaborazione di lungo termine. Giovedì 21 maggio diretta streaming a partire dalle ore 18.00 sui canali istituzionali Facebook e Youtube del Punto Europa di Forlì.

“L’Europa sul sofà” è nata ad inizio aprile, in forma sperimentale e con lo scopo di soddisfare il bisogno di informare ed essere informati sulle attività e le politiche dell’Unione Europea.
Fin da subito le finalità perseguite dal progetto sono state tanto il contrasto delle fake news diffuse durante la pandemia del Covid-19, quanto l’analisi critica e con rigore scientifico delle iniziative promosse dalle istituzioni europee. Per offrire contenuti e riflessioni di qualità, sono intervenuti durante i diversi incontri alcune personalità di spicco delle istituzioni europee, esperti e docenti universitari di livello internazionale. Con l’incoraggiamento ricevuto dal Presidente del Parlamento europeo David Sassoli, e con la partecipazione di Pietro Bartolo, vice Presidente della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni del Parlamento europeo, il Punto di Europa di Forlì ha voluto proporsi come punto di collegamento tra Bruxelles e la sua comunità accademica e non.

"Solidarietà e cooperazione sono valori che ci accomunano – sottolinea Giuliana Laschi, Presidente del Comitato scientifico del Punto Europa di Forlì – pertanto non potevamo che accogliere con entusiasmo la disponibilità a collaborare di Euractiv-Italia, un nuovo progetto nel campo dell’editoria che un Centro d’eccellenza come il nostro molto impegnato anche nell’informazione non può che sostenere e promuovere".

Dopo aver indagato sulla portata economica della crisi sanitaria del Coronavirus e sulla capacità europea di rispondere con strumenti adeguati, assieme ai giovani studenti del Corso di laurea magistrale di Scienze internazionali e diplomatiche del Campus di Forlì, Nicola Di Pietrantonio (Commissione Europea - DG Cooperazione internazionale e sviluppo ed Alumno UNIBO), Alessandra Sgobbi (Commissione Europea - DG Clima) ed il Prof. Fabio Masini (Euractiv-Italia - Università Roma Tre) rifletteranno sulle possibilità di rilancio economico in chiave sostenibile.
La svolta ecologica dello sviluppo economico europeo è infatti al centro del mandato dalla Commissione von der Leyen ed è stata richiamata come obiettivo di lungo termine nelle misure messe in campo per la ripresa economica dei Paesi UE, colpiti dal Coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le varie proposte per il nuovo Recovery Plan che dovrà essere varato dalla Commissione Europea sul prossimo Quadro Finanziario Pluriennale – dichiara Fabio Masini, managing director di Euractiv Italia–, pur molto diverse quanto a strumenti di finanziamento ed entità, vanno tutte nella direzione del Green Deal. Sarà necessario studiare, a questo proposito, un attento bilanciamento fra i vari strumenti, per assicurare sinergie che accrescano la competitività del sistema europeo nella competizione mondiale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

  • Denis Dosio, tanta sofferenza dietro il successo: confessione in lacrime al Grande Fratello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento