L'ex manager sanitario Foglietta a Salotto blu: "Principio di precauzione non rispettato, la pandemia era attesa"

Ne ha parlato con il giornalista Mario Russomanno nel corso della trasmissione che andrà in onda su VideoRegione giovedì alle 22,30

Fosco Foglietta è stato direttore generale dell'Ausl a Bologna e Ferrara, oggi è docente universitario e cura pubblicazioni specializzate. Recentemente ha dato alle stampe il libro dal titolo "Rivoluzione Covid", alla cui stesura hanno collaborato anche i manager romagnoli Mattia Altini e Franco Falcini. Ne ha parlato con il giornalista Mario Russomanno nel corso della trasmissione che andrà in onda su VideoRegione giovedì alle 22,30, rappresentando le criticità che il sistema sanitario ha mostrato di fronte all'emergenza e profilando  soluzioni per il futuro.

"Occorre superare il diverso passo tra le Regioni - ha spiegato Foglietta - , potenziare la  sanità territoriale con nuove figure di medicina di base e una nuova configurazione del volontariato. È ormai chiaro che nessun ospedale può reggere per intero la pressione". I sistemi sanitari erano preparati? "Purtroppo no ma avrebbero potuto esserlo. Una infezione virale trasmessa dagli animali all'uomo con effetti devastanti era da tempo prevista dagli studiosi; per ragioni di contenimento dei costi, e anche perché ovunque la politica pensa al presente ma non al futuro, gli allarmi sono rimasti inascoltati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con il ritorno della neve a bassa quota: le previsioni e l'allerta meteo

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resterà arancione. "Lunedì superiori aperte, ma rischiamo il rosso"

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

  • La morte improvvisa dell'infermiere Maurizio: "La sua umanità e il suo sorriso resteranno vivi ed indelebili nei nostri cuori"

  • Coronavirus, palestre ancora chiuse. "Contagi ancora alti. La riapertura è lontana"

  • Jovanotti e la lunga battaglia della figlia Teresa contro il cancro: "E' stata pazzesca"

Torna su
ForlìToday è in caricamento