L'ex pornodivo Trentalance alla mostra per Alina, morta investita: "Serve più coscienza civica"

Durante l'evento di sabato verranno esposte le opere di 40 artisti, provenienti dai differenti campi dell'arte visiva, nonché verranno premiati i finalisti vincitori dell'edizione 2020

Sabato pomeriggio, durante un incontro florido di ospiti, inaugura la mostra “Artisti per Alina”, presso il cinquecentesco e rinascimentale Oratorio di San Sebastiano, in Via Maurizio Bufalini, a Forlì. Si tratta della prima edizione del premio e dell'esposizione di arte contemporanea, curata e promossa dall'artista Sanda Sudor in memoria della figlia Alina Marchetta, innocente vittima di un omicidio stradale nella cittadina romagnola, a primavera 2019.

Alina aveva appena 26 anni e stava passeggiando, alle 9.47 di domenica mattina, in un'area riservata ai pedoni, quando è stata investita e uccisa dall'auto condotta da un'altra giovane donna, che era alla guida sotto gli effetti psicotropi di alcool e droghe. Per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tragedia degli omicidi stradali, spesso causati da colpa, imprudenza, incoscienza e assunzione di sostanze, è presente sabato un personaggio d'eccezione: l'ex divo a luci rosse e volto noto della televisione, Franco Trentalance.

Nato a Bologna nel 1967, l'ex attore di film per adulti degli anni '90, in questo secolo è un apprezzato esperto di coaching e un prolifico autore di romanzi e monologhi teatrali. Ma partecipa sabato all'inaugurazione della mostra “Artisti per Alina”, nel ruolo di testimonial della sicurezza stradale: Trentalance è infatti promotore del progetto "Adotta un Dsm dell'associazione Motorlab, che aiuta a incrementare la sicurezza passiva dei motociclisti, installando speciali protezioni in plastica sulle curve più pericolose.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Alla guida occorre essere molto concentrati e avere sempre il controllo di se stessi: dovrebbe essere un buona regola di vita e maggiormente in strada. - puntualizza lo scrittore bolognese - Le nostre vie sono affollate e ci sono nuovi veicoli, mentre altri sono ritornati in grande numero, come le biciclette. Ognuno di noi, anche nella stessa giornata, sperimenta i diversi ruoli in strada, passando: da pedone ad automobilista, da passeggero a ciclista. Per cui serve una maggiore coscienza civica,  individuale e collettiva. E occorre sviluppare l'empatia per tutelare gli utenti più vulnerabili, in primis i pedoni". Durante l'evento di sabato verranno esposte le opere di 40 artisti, provenienti dai differenti campi dell'arte visiva, nonché verranno premiati i finalisti vincitori dell'edizione 2020. La mostra “Artisti per Alina” è in programma dal 3 ottobre fino al 20 ottobre a Forlì, per poi dislocarsi a Spoleto, presso gli Spazi Espositivi ex Monte di Pietà (Via Aurelio Saffi,12), dal 24 ottobre al 2 novembre e online è all'indirizzo: www.alinaartfoundation.com

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per un numero sfiora il colpo da 500mila euro: giovane gioisce con una vincita al 10eLotto

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Coronavirus, possibile stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • "Qui non si entra con la mascherina", due multe per l'agenzia. Il titolare a Canale 5: "Non le pago"

  • Servizio delle Iene scopre un carabiniere forlivese adescatore di una 13enne

  • Ha sfamato intere generazioni di forlivesi e non solo: addio al papà del Panoramico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento