menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due gruppi imprenditoriali interessati allo storico Hotel della Città

Si è chiuso il bando per la ricerca di un nuovo gestore della struttura alberghiera progettata da Giò Ponti, si tratta con due gruppi interessati

"L'hotel rappresenta una ferita aperta per la città, riportarlo al suo antico splendore non è un'impresa facile ma noi ci metteremo tutto l'impegno necessario". Commenta così l'avanzamento dei lavori riguardanti l'Hotel della Città l'avvocato Marino Busnelli, presidente della Fondazione Garzanti. Chiuso il bando per Hotel della Città, pubblicato l'avviso per la ricerca di proposte
la ricerca di proposte per la locazione della struttura di corso della Repubblica progettata da Giò Ponti, ora la fondazione, prorietaria dello storico immobile, sta valutando un paio di proposte, una da parte di un gruppo forlivese e una di un gruppo esterno alla città. In totale sono stati 7 i contatti per avere in gestione l'hotel, ma ad andare avanti in una fase di vero interessamento sono appunto i due gruppi.

"“"Abbiamo già portato a termine due successi importanti - continua Busnelli - l'apertura del nuovo bar "Borgo Cotogni", gestito dalle sorelle Roberta e Maura Caselli, e l'accordo per l'apertura di un piccolo supermercato di prossimità al piano terra nell'ala della struttura lato via Fortis  "Siamo molto felici della nuova gestione del bar, che sarà attivo dalla mattina alla sera (al momento fino alle 20) e che può vantarsi di non avere neanche una slot machine all'interno", prosegue Busnelli.

Le difficoltà maggiori nella ricerca di un gestore sono dovute, oltre alla grandezza dell'hotel (54 camere), al contrasto tra la necessità di innovazione della struttura alberghiera e i paletti posti dalla Sovrintendenza, che chiede il più possibile di rispettare la struttura storica dell'edificio, anche nella riparizione degli interni. "Abbiamo vissuto anni di crisi, ma credo che ci siano le potenzialità per ripartire alla grande - commenta il Vicesindaco Lubiano Montaguti - Non vogliamo rinunciare a quello che per noi rappresenta il cuore della città. Vogliamo far ripartire la fondazione: stiamo cercando di mettere in sinergia la fondazione Garzanti con altre associazioni, tra cui il Centro studi Melandri, la Nuova civiltà delle macchine e la Francesco Barone, per avere uno sguardo volto verso l'Europa". D'altra parte, anche Busnelli riconosce che la Fondazione ultimamente "sta facendo più l'amministratore di condominio che cultura", proprio a causa della gestione dell'impegnativo edificio, che tuttavia può essere molto appetibile per chi ha un'idea imprenditoriale legata all'accoglienza.

L'immobile è anche al centro di una controversia con il precedente gestore, "che noi - aggiunge il presidente - vogliamo risolvere il prima possibile, dando la disponibilità a rinunciare ai crediti che noi riteniamo di vantare". La Fondazione si è data anche una scadenza: entro l'inizio dell'estate il suo proposito è di raggiungere una conclusione di trattativa per tale periodo. Tra le proposte fatte dai potenziali futuri gestori sono arrivate anche idee un po' diverse rispetto al classico albergo, ma la fondazione conferma: l'Hotel della Città resterà hotel, per dare una continuità storica e per far sì che un pezzo importante della storia e dell'architettura di Forlì non scompaia.

Nella foto il nuovo bar "Borgo Cotogni", ospitato in un locale di corso della Repubblica appartenente all'area dell'hotel del Città

bar hotel città-2

Nuovo supermercato in centro, sbarca a Forlì una nuova insegna della distribuzione

Potrebbe interessarti: https://www.forlitoday.it/cronaca/hotel-citta-forli-pubblicazione-avviso-ricerca-proposte.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/ForliToday/153595958049491

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento