rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Ambiente

L'impatto ambientale di ogni pasto al centro di una conferenza dei giovani di "In Cibo Civitas"

L’evento ha riscosso un grande interesse sia in presenza che online, si è parlato di metodi e strumenti per valutare la sostenibilità degli impatti sulla dimensione sociale, ambientale ed economica, dei sistemi agroalimentari, al fine di fornire supporto alle decisioni politiche

I Comuni di Forlì e Cesena hanno aderito alla ventesima edizione del “M’illumino di Meno”, la giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili. In questa occasione il gruppo giovani di Forlì-Cesena del progetto “In Cibo Civitas” ha organizzato l’evento “Spreco alimentare e approcci circolari”. Ospitati dal Bar Volume (al Campus dell’Università di Forlì), insieme alle diverse realtà coinvolte Fiab, Parents for Future, Wwf, Condotta Slow Food di Forlì Appennino Forlivese, i giovani sono diventati protagonisti del cambiamento, ospitato una conferenza su ciclo di vita dei prodotti agroalimentari e approcci circolari insieme agli interventi di Simone Amadori, Valentina Guerrieri e Andrea Vicinanza, dottorandi del dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna.

L’evento ha riscosso un grande interesse sia in presenza che online, si è parlato di metodi e strumenti per valutare la sostenibilità degli impatti sulla dimensione sociale, ambientale ed economica, dei sistemi agroalimentari, al fine di fornire supporto alle decisioni politiche. Si è parlato di Life Cycle Thinking, ovvero del “ciclo di vita” con l’obiettivo di ridurre e ottimizzare le risorse utilizzate, dell’impatto ambientale di ogni pasto e di molto altro. "Il suolo, la terra non hanno confini, vanno difesi con un cambiamento collettivo, partendo dalle scelte alimentari", è questo che il team di "In Cibo Civitas" ha condiviso con la comunità, mettendosi in gioco proponendo momenti di incontro e confronto e favorendo una partecipazione attiva.

Il progetto “In Cibo Civitas: Empowerment, Azioni, Territorio per una cittadinanza che nutre il futuro” è promosso da Associazione Lvia in collaborazione con Slow Food Italia, Comune di Torino, Comune di Castelbuono, Comune di Firenze, Comune di Forlì, Comune di Cesena, Comune di Cuneo, Comune di Borgo San Lorenzo, ImpactSkills, Università degli Studi di Torino (UniTo), Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione (Disef) e riceve il sostegno dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'impatto ambientale di ogni pasto al centro di una conferenza dei giovani di "In Cibo Civitas"

ForlìToday è in caricamento