menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“L’innovazione responsabile”, la città si colora con l’urban knitting

Mentre si va definendo il programma per la due giorni (e una notte) del 17 e 18 maggio dedicata da Comune, Camera di Commercio e Fondazione a “L’innovazione responsabile”, l’associazione Artincanti e Matite Giovanotte lanciano un open call

Mentre si va definendo il programma per la due giorni (e una notte) del 17 e 18 maggio dedicata da Comune, Camera di Commercio e Fondazione a “L’innovazione responsabile”, l’associazione Artincanti e Matite Giovanotte lanciano un open call per la realizzazione di un intervento di urban knitting mirato a rendere più vivace e colorato il Centro Storico di Forlì.

L’urban knitting è una forma d’arte nata nelle strade degli Stati Uniti nel 2005 e diffusasi rapidamente in tutto il mondo che ha l’obiettivo di colorare le città “vestendole” con installazioni in lana e cotone. Con questa pratica si rivestono arredi urbani, statue ed alberi e altro ancora, facendoli diventare manufatti artistici e, oltre ad abbellire, danno ai luoghi in cui sono installati un aspetto gioioso e colorato. Il progetto che si intende realizzare per Forlì si concentrerà su piazza Saffi e ambisce a coinvolgere il maggior numero possibile di associazioni, enti e singole persone. In che modo?

L’iniziativa - spiegano Vanessa Sorrentino e Amanda Chiarucci, curatrici del progetto - è gratuita ed è aperta a tutti, singole persone, cooperative, gruppi, e associazioni. Ogni partecipante è invitato a realizzare una o più “sciarpe” fatte a maglia o all’uncinetto, possibilmente a tinta unita, giocando con i punti e le lavorazioni che preferisce. Le dimensioni richieste sono 30x30 cm, 30x60 cm, 30x90 cm, 30x120 cm. Inoltre proponiamo di realizzare pon-pon di varie dimensioni (fino a 14-16 cm di diametro). Essendo l’evento pensato per una manifestazione sull’eco-sostenibilità consigliamo di utilizzare filati, tessuti e materiali riciclati o avanzi di precedenti lavorazioni.  Il materiale potrà essere consegnato a mano o spedito - entro il 10 maggio - all’ “Ape Bianca”, in viale Bologna 277,  o al “Pelacano Loft”, in via Pelacano 15, lasciando il proprio nome (ovvero quello del proprio gruppo/associaizone)”.

Venerdì 17 maggio tutti i collaboratori saranno quindi invitati per le 15.30 all’ex “Disco rosso” in via G. Regnoli (angolo piazza XX Settembre) per cucire insieme tutte le pezze. Sabato 18, infine, ci sarà l’azione di Urban Knitting con la loro installazione.


Sono partners dell’iniziativa il Corso di Cultura tessile / Accademia di Belle Arti di Bologna, Matite Giovanotte, Centro EcoSostenibile “L’ApeBianca”, “Punti e Spilli Knit Shop Forlì”, Coop Gulliver, associazione Riciclando Riusando e Associazione Babylon. Sono sponsor tecnici Comec, Penguin, e Bentivogli Daniela di Forlì, Marilena Tessuti e Buono Raffaella di Meldola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento