menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Unione montana dell'Acquacheta festeggia il gemellaggio con Hofbieber

Il programma predisposto dal Comitato dei Gemellaggi, presieduta da Giuseppe Mercatali di Modigliana,, con la collaborazione di Serena Bambi, è stato vario e articolato, ed ha permesso agli amici tedeschi di approfondire la conoscenza del territorio dell’Unione

Si è conclusa martedì la visita della delegazione di 54 cittadini provenienti da Hofbieber, (Assia – Germania) nel territorio dell'Unione Montana Acquacheta (Comuni di Dovadola, Modigliana, Portico e San Benedetto, Rocca San Casciano e Tredozio), con la quale la Comunità tedesca è gemellata. Il programma predisposto dal Comitato dei Gemellaggi, presieduta da Giuseppe Mercatali di Modigliana,, con la collaborazione di Serena Bambi, è stato vario e articolato, ed ha permesso agli amici tedeschi di approfondire la conoscenza del territorio dell’Unione e delle attività in esso presenti.

La delegazione ha visitato tutti i Comuni dell’Unione, accolta di volta in volta dalle autorità locali e da gruppi di cittadini che già in passato hanno partecipato alle attività di gemellaggio in Italia e in Germania. In particolare ha preso parte ad una escursione al’Acquacheta, accompagnata dal naturalista Giampiero Semeraro, che ha illustrato le bellezze naturali e la flora e la fauna del luogo con grande competenza e simpatia.
Domenica a San Benedetto in Alpe alle ore 12 nei giardini pubblici la delegazione ha cucinato per i cittadini del territorio dell’Unione Montana Acquacheta e turisti in vacanza, un menu tipico tedesco: zuppa di zucca con semi di girasole tostato, pollo in umido aromatizzato, con contorno di patatine e “navone” (una sorta di rapa bianca) e come  dessert frutti di bosco con panna acida.
Il tutto innaffiato da birra “doc” della Rhoen, loro territori odi provenienza, a fiumi per tutti. Hanno accettato l’invito a conoscere il cibo tedesco circa trecento persone.

Nel pomeriggio, in Poggio, parte alta di San Benedetto, sorta intorno all’antica abbazia benedettina,  gli amici tedeschi e una moltitudine di visitatori hanno partecipato alla “Festa della Bandiera Arancione”, istituita dal Comune di Portico e San Benedetto nel 2005, in occasione del conferimento del marchio di qualità turistico ambientale, da parte del Touring Club Italiano.

Il sindaco di Portico e San Benedetto, Mirko Betti, insieme all’Assessore al Turismo Giuliano Romualdi e al Console del Touring Club italiano Pier Luigi Bazzocchi, ha dato inizio alla manifestazione, con un breve saluto ai partecipanti, esprimendo la propria soddisfazione per il conferimento del marchio ed il suo mantenimento, che rappresentano un ambito riconoscimento a territorio ed alle attività volte alla sua valorizzazione. Durante l’evento le Pro loco, i commercianti e gli artigiani delle tre frazioni (Portico, Bocconi e San Benedetto), hanno offerto le specialità gastronomiche locali e illustrato le proprie attività , invitando i partecipanti a visitare e soggiornare nel territorio del piccolo comune montano.

Notevole nell’ingresso del chiostro dell’abbazia, via d’accesso all’antichissima cripta, la mostra fotografica sui “papaveri”,  allestita dal fotografo Massimo Assirelli, con una particolare tecnica grafica che avvicina la fotografia alla pittura. La manifestazione è stata aperta dalla sfilata del corpo bandistico comunale e rallegrata dall’esibizione del complesso musicale “I Musicanti di San Crispino”, che con la sua musica e i suoi giochi ha divertito grandi e piccini. Una breve pioggia ha momentaneamente interrotto la manifestazione che però è continuata fino a sera con grande soddisfazione dei partecipanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento