La città che non va, la viabilità di via Quarantola non convince

Nuove segnalazioni riguardanti la viabilità per la rubrica 'La città che non va'. Ma anche due importanti segnalazioni di ciò che in città sembra funzionare bene. Ecco le "ultime arrivate" per l'iniziativa di ForlìToday

Nuove segnalazioni riguardanti la viabilità per la rubrica 'La città che non va'. Ma anche due importanti segnalazioni di ciò che in città sembra funzionare bene. Ecco le “ultime arrivate” per l'iniziativa di ForlìToday. Per inviare una segnalazioni sia per la 'Città che non va', sia per la 'Forlì che funziona': redazione@romagnaoggi.it (le segnalazioni non devono essere anonime e devono essere dotate possibilmente di materiale fotografico)

SEMAFORO DI VIA MASETTI

Margherita G, segnala un problema puntuale di viabilità: “Segnalo il disagio provocato dal semaforo di via Mattei incrocio con via Masetti. Il segnale di verde rimane acceso 10 secondi (contati) che visto il numeroso afflusso di auto sono insufficienti per passare. Visti anche i numerosi camion e camioncini 10 secondi risultano pochi per loro per sgomberare l'incrocio e si crea una fila interminabile, che arriva talvolta fino alla Bonfiglioli Trasmital soprattutto in "orario di lavoro" cioè dalle 8:00 alle 8:30.”.

DIVIETI IN VIA QUARANTOLA.

Un lettore, e non è il primo, nella sua segnalazione, si dice “fortemente preoccupato della gravissima situazione di via Quarantola:una strada stretta, piccola ed esclusivamente residenziale, senza attivita' ed esercizi pubblici ma solo case private. Il traffico e' insostenibile ci sono punte di oltre 600 veicoli all'ora con velocita' folli nonostante il limite di velocita' sia di 30 km/h. Non si vive piu', non si dorme più, la strada comincia a presentare una serie di buche pericolose con pericolo di caduta sulla asfalto, le biciclette preferiscono passare sul marciapiede per non essere investite e nonostante sia a senso unico viene percorsa anche contromano. Uscire dai passi carrabili è una impresa perché nessuno ti cede il passo e si ha sempre il terrore di investire una bicicletta che utilizza impropriamente il marciapiede come strada. Non oso immaginare quando apriranno il tratto di tangenziale che collega l' asse di arroccamento alla nuova tangenziale? Ma qualcuno si sta rendendo conto di che cosa vuol dire per coloro che dovranno raggiungere l'ospedale di Vecchiazzano?”

BENE LE PISTE CICLABILI.

Nella sue due segnalazioni per la 'Forlì che funziona' Davide Smiraglio loda le “piste ciclabili in aumento. Ormai Viale dell'Appennino è tutta ciclabile e stanno costruendo nuove piste in Viale Bolognesi e in Viale Spazzoli”.

Inoltre il lettore plaude all'intervento tempestivo del Comune in base a cui “sono state rimosse le sbarre pericolose per i bambini nel gioco del Parco della resistenza segnalate qualche settimana da nella "Forlì che non va". Mi piace questo servizio”

Potrebbe interessarti

  • Pulizie approfondite in bagno? Scopri come avere un box doccia splendente

  • Liberati delle formiche con questi rimedi naturali

  • Romagna imperdibile: 4 borghi medievali da scoprire

  • I 6 alimenti estivi per contrastare afa e caldo

I più letti della settimana

  • Bimbo annegato a Mirabilandia, le telecamere riprendono la scena. S'indaga per omicidio colposo

  • La Regione torna ad assumere: 1.300 posti di lavoro da riempire, al via i concorsi

  • Ha lottato contro una terribile malattia: lo sport forlivese piange Riccardo Turoni

  • L'estremo saluto a Edoardo, morto a 4 anni: una bara bianca in spalla e un lungo applauso

  • "L'unico amore della mia vita": il ricordo straziante del nonno del piccolo Edoardo

  • Bimbo annegato a Mirabilandia, lo sgomento: "Ero vicino a noi a giocare, che brutto destino"

Torna su
ForlìToday è in caricamento