menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La città si tinge di arancione per dire "no" alla violenza sulle donne

Il Soroptimist Club di Forlì aderisce alla campagna “Orange the world” e propone l’illuminazione di arancione di alcuni luoghi simbolo della città

La pandemia ha inasprito alcuni problemi, fra cui, quello molto grave della violenza contro le donne. Tante le situazioni di difficoltà, tante le sopraffazioni, tante le richieste di aiuto. In questo periodo di emergenza sanitaria, e non solo, il Soroptimist Club di Forlì aderisce alla campagna internazionale “Orange the world”, promossa da UnWomen, da Soroptimist d’Italia e d’Europa, contro la violenza sulle donne, dal 25 novembre al 10 dicembre; 16 giorni di azioni volte a sensibilizzare l’opinione pubblica su un problema diffuso e spesso sottovalutato. 

Mercoledì 25 novembre, “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, Anabela Ferreira, Presidente del Club forlivese, in accordo con Andrea Cintorino, Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Forlì (che ha patrocinato l’iniziativa), propone l’illuminazione di arancione di alcuni monumenti “simbolici” della città: il Palazzo del Municipio, la statua di Aurelio Saffi, nella centrale Piazza Saffi, il Monumento ai Caduti in Piazzale della Vittoria. Questa azione è accompagnata dall’affissione di locandine, in luoghi di grande visibilità, che spiegano le motivazioni e, soprattutto, riportano i numeri di telefono (fra cui il numero verde 1522, attivo 24 ore su 24) da contattare in caso di violenza. Un evento significativo per evidenziare la dignità e il valore che ogni donna ha in sè.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento